Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

"Fare" la volontà di Dio (Famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria)

La “manifestazione” del Signore, su cui abbiamo riflettuto nelle domeniche precedenti, non passa solo attraverso i “segni” dell’acqua (battesimo di Gesù), del “vino” (alle nozze di Cana) e del “pane” (che sfama 5000 uomini) ma anche attraverso la “consapevolezza” della propria missione, del proprio posto nel grande progetto di Dio.

La liturgia di questa domenica porta quindi la nostra attenzione su Gesù, Giuseppe e Maria: essi ci mostrano come l’ascolto del Signore si “fa” missione concreta, “consapevolezza” che diventa adesione al “progetto” di Dio.

Il progetto di Dio non é un “di più” (che può esserci o non esserci) ma determina tutto l’agire dell’uomo che lo accoglie: solo così diventa “manifestazione”, cioè “luogo concreto” in cui prende forma e si rende evidente la presenza di Dio in mezzo a noi. La “famiglia” di Gesù, Giuseppe e Maria ci é proposta così come esempio, ma non semplicemente di “come” si é famiglia, ma soprattutto di come si “fa la volontà di Dio”, con “consapevolezza” e “decisione”, in qualsiasi situazione di vita.

Siamo spesso tentati di vivere la vita nell’attesa di qualcosa o di qualcuno: l’agire di Gesù a 12 anni ci mostra come la vita, una volta compresa la propria “missione”, si “fa” agendo, cercando, sbagliando (talora) …, rischiando l’incomprensione … che non ha “fermato” ne’ Gesù, ne’ Giuseppe, ne’ Maria!

Questa “famiglia” é “santa” perché é “diversa” (santo = differente), perché non agisce secondo il mondo e si “preoccupa”, si “prende cura” del mondo, proprio come il Padre nostro “misericordioso” … e lo fa con “consapevolezza” e “determinazione”. Con quella consapevolezza e determinazione che ci auguriamo l’un l’altro di recuperare ogni giorno, ognuno nella propria condizione di vita.

Domenica Santa famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria – 28/29 gennaio
1.a lettura Isaia 45, 14-17: Israele sarà salvato dal Signore con salvezza eterna
2.a lettura Ebrei 2, 11-17: Egli si prende cura della stirpe di Abramo
Vangelo Luca 2, 41-52: Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini