Loading…

Incontro con Padre Alsabagh

Parrocchia di Masnago - 25 giugno 2018

locandina

Festa patronale di Luvinate

dal 25 giugno al 2 luglio 2018

Programma

MONTE TRE CROCI

Pellegrinaggio e S. Messa - Sabato 30 giugno - partenza ore 8.00

locandina

Siamo nati e non moriremo mai più

Spettacolo - 27 giugno 2018 - h. 21:00 - Chiesa di Luvinate

locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Vivere in cammino (5ª domenica dopo Pentecoste)

E’ un luogo comune, abbastanza diffuso, che il vivere da credenti sia camminare su strade già fatte, seguire sentieri già percorsi e asfaltati: questo modo di vedere stride con la Parola di questa settimana e con tutta la Scrittura, che continua a parlare al credente di un “cammino” da fare …

Siamo spesso tentati di pensare che il Dio che si è fatto uomo in Gesù di Nazareth si ponga a noi come “esempio” (passato) da imitare e non come “compagno di cammino” (oggi); siamo spesso tentati di riprendere le cose del passato, dimenticando le motivazioni che le hanno prodotte; siamo spesso tentati di pensare che non ci sia niente di “nuovo” da scoprire e da fare

La Parola di questa settimana ci ricorda allora che il Signore, anche oggi, ci sta “davanti” (e non dietro) e che la vita del credente è un “cammino”, una “sequela” e quindi un “andargli dietro” … Anche oggi, come sempre, il Signore ci chiama avanti e ci fa camminare per sentieri che nessuno ha percorso prima di noi e che solo noi possiamo fare diventare “suoi”.

Seguire le orme di chi ci ha preceduto ed ha seguito la “luce” del Signore non è rifare le stesse cose, ma continuare a seguire la “luce”; non è ripetere, ma “camminare” … Se a prima vista è più facile rifare (=fare uguale) … dall’altra ogni relazione (anche quella con Dio) chiede di farsi “nuova”, di continuare il cammino iniziato, di andare avanti.

Essere “in cammino” è costitutivo dell’essere credenti: significa infatti riconoscere la “luce” che ci sta davanti e riconoscerci fra coloro che cercano di seguirla. Così il vivere da credenti non è un aver in tasca la “foto” che abbiamo fatto a Dio tanto tempo fa e tirarla fuori ogni tanto per ricordare … ma un “seguire” un Dio che ci sta davanti anche oggi, che ci chiama alla relazione con Lui (come Abramo) e che ci chiede lo sforzo di discernere … e “camminare” (“credere”, nel linguaggio della Scrittura). Sarà anche faticoso, ma è “vivere”.

Domenica 5ª domenica dopo Pentecoste – 30 giugno / 1º luglio
1.a lettura Genesi 17, 1b – 16: Porrò la mia alleanza tra me e te.
2.a lettura Romani 4, 3 – 12: … camminano anche sulle orme della fede del nostro padre Abramo.
Vangelo Giovanni 12, 35 – 50: Camminate mentre avete la luce … per diventare figli della luce.