Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Vivere da “piccoli” (6ª domenica dopo Pentecoste)

Vi sono atteggiamenti e modi di essere che rivelano ciò che sono le persone, prima ancora che queste si manifestino. In questa domenica siamo chiamati a prendere esempio da Mosè e da Paolo … perché occorre essere “piccoli” per fare “grandi cose”.

La Scrittura, nel raccontare l’incontro di Dio con l’uomo e dell’uomo con Dio, ama mettere in luce le origini, non sempre gloriose, degli uomini che hanno portato avanti il progetto di Dio; non erano uomini perfetti, irreprensibili … e tantomeno capi. Ma erano capaci di ascolto e di attesa, uomini e donne che continuavano a chiedersi il senso delle cose e come portare “avanti” ciò in cui si crede.

Non avevano risposte loro, progetti propri, ma erano disposti a mettersi in gioco quando si riconoscevano nel percorso che il Signore metteva loro davanti; erano “piccoli” ma consapevoli della propria parte; erano capaci di “ascolto” e per questo capaci di guidare chi non vede la realtà; erano “discepoli” e per questo “liberi” …

Vi sono domande e azioni che solo i “piccoli” sono in grado di porre e affrontare: perché non hanno niente da perdere, non hanno “tradizioni” da rispettare e devono essere fedeli solo a ciò che hanno ascoltato, visto e compreso … sono “liberi”, appunto.

Lo Spirito, che agisce nella Chiesa e nel mondo, ci ricorda questa condizione fondamentale dell’essere “discepoli”; essa ci consente di riconoscere che “il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero”. Di vivere da “piccoli” e di rallegrarci del fatto che il Signore ci ha resi partecipi dei suoi doni e della sua missione.

Domenica 6ª domenica dopo Pentecoste – 7/8 luglio
1.a lettura Esodo 3, 1 – 15: Chi sono io per andare dal faraone e fare uscire gli Israeliti dall’Egitto?
2.a lettura 1.a Corinzi 2, 1 – 7: Mi presentai a voi nella debolezza e con molto timore e trepidazione.
Vangelo Matteo 11, 27 – 30: Imparate da me, che sono mite e umile di cuore.