Loading…

Saluto di Don Norberto

Appuntamenti per salutare il Parrocco

Programma

Festa di Morosolo 2019

dal 3 al 9 settembre 2019

Programma

Settimana di Oratorio

Al rientro dalle vacanze... prima di andare a scuola... ci troviamo una settimana all’oratorio - 2/6 settembre 2019

Volantino

Orario estivo S. Messe

da sabato 13 luglio a domenica 25 agosto 2019

Orari
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Vivere da “piccoli” (6ª domenica dopo Pentecoste)

Vi sono atteggiamenti e modi di essere che rivelano ciò che sono le persone, prima ancora che queste si manifestino. In questa domenica siamo chiamati a prendere esempio da Mosè e da Paolo … perché occorre essere “piccoli” per fare “grandi cose”.

La Scrittura, nel raccontare l’incontro di Dio con l’uomo e dell’uomo con Dio, ama mettere in luce le origini, non sempre gloriose, degli uomini che hanno portato avanti il progetto di Dio; non erano uomini perfetti, irreprensibili … e tantomeno capi. Ma erano capaci di ascolto e di attesa, uomini e donne che continuavano a chiedersi il senso delle cose e come portare “avanti” ciò in cui si crede.

Non avevano risposte loro, progetti propri, ma erano disposti a mettersi in gioco quando si riconoscevano nel percorso che il Signore metteva loro davanti; erano “piccoli” ma consapevoli della propria parte; erano capaci di “ascolto” e per questo capaci di guidare chi non vede la realtà; erano “discepoli” e per questo “liberi” …

Vi sono domande e azioni che solo i “piccoli” sono in grado di porre e affrontare: perché non hanno niente da perdere, non hanno “tradizioni” da rispettare e devono essere fedeli solo a ciò che hanno ascoltato, visto e compreso … sono “liberi”, appunto.

Lo Spirito, che agisce nella Chiesa e nel mondo, ci ricorda questa condizione fondamentale dell’essere “discepoli”; essa ci consente di riconoscere che “il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero”. Di vivere da “piccoli” e di rallegrarci del fatto che il Signore ci ha resi partecipi dei suoi doni e della sua missione.

Domenica 6ª domenica dopo Pentecoste – 7/8 luglio
1.a lettura Esodo 3, 1 – 15: Chi sono io per andare dal faraone e fare uscire gli Israeliti dall’Egitto?
2.a lettura 1.a Corinzi 2, 1 – 7: Mi presentai a voi nella debolezza e con molto timore e trepidazione.
Vangelo Matteo 11, 27 – 30: Imparate da me, che sono mite e umile di cuore.