Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Vivere conservando la propria identità (11ª domenica dopo Pentecoste)

Sono molti i paladini delle tradizioni e dei valori del passato; la Scrittura, però, prende le distanze da questo modo di leggere la realtà. Essa si preoccupa, invece, di ricordarci il rapporto col Signore, che è all’origine dell’azione del credente.

A chi si preoccupa dei cambiamenti, del prevalere delle logiche del mondo, la Scrittura ricorda la “fedeltà” di Dio al suo progetto: Egli conferma, nelle parole e nei fatti, la sua preferenza per chi dona la vita, per chi non cerca il successo e la gloria, per chi sceglie e fa secondo ciò che crede …

E’ bella l’ironia del profeta Elia che sfotte chi “crede” negli dei (e cerca di ingraziarseli come i potenti del mondo); è bella la testimonianza di Paolo che ci fa comprendere come l’apostolo delle genti ha semplicemente agito secondo quanto ha capito e compreso; é bello lo stupore di Gesù, che si stupisce di quanti scartano la pietra angolare …

I cristiani sono spesso tentati di ritenere che la relazione con Dio “apra” tutte le porte e sia garanzia di successo, gloria, considerazione … La realtà, che la Scrittura ben conosce, deve fare i conti con l’uomo, che non sempre predilige la giustizia, la solidarietà, l’incontro, l’ascolto, il riconoscimento dell’altro, la vita, il dono di sè, la misericordia …

La liturgia di questa domenica da quindi per scontato che il credente operi sempre come il Figlio dell’uomo, che non si stupisca delle avversità e conservi la propria identità: sta a noi dimostrarlo giorno dopo giorno, custodendo il nostro rapporto con il Signore attraverso la Parola e la preghiera, per fare “nuove” tutte le cose, secondo il progetto di Dio.

Domenica 11ª domenica dopo Pentecoste – 11/12 agosto
1.a lettura 1° libro dei Re 18, 16b – 40a: Il Signore è Dio! il Signore è Dio!.
2.a lettura Romani 11, 1 – 15: Io faccio onore al mio ministero.
Vangelo Matteo 21, 33 – 46: La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d’angolo.