Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Vivere conservando la propria identità (11ª domenica dopo Pentecoste)

Sono molti i paladini delle tradizioni e dei valori del passato; la Scrittura, però, prende le distanze da questo modo di leggere la realtà. Essa si preoccupa, invece, di ricordarci il rapporto col Signore, che è all’origine dell’azione del credente.

A chi si preoccupa dei cambiamenti, del prevalere delle logiche del mondo, la Scrittura ricorda la “fedeltà” di Dio al suo progetto: Egli conferma, nelle parole e nei fatti, la sua preferenza per chi dona la vita, per chi non cerca il successo e la gloria, per chi sceglie e fa secondo ciò che crede …

E’ bella l’ironia del profeta Elia che sfotte chi “crede” negli dei (e cerca di ingraziarseli come i potenti del mondo); è bella la testimonianza di Paolo che ci fa comprendere come l’apostolo delle genti ha semplicemente agito secondo quanto ha capito e compreso; é bello lo stupore di Gesù, che si stupisce di quanti scartano la pietra angolare …

I cristiani sono spesso tentati di ritenere che la relazione con Dio “apra” tutte le porte e sia garanzia di successo, gloria, considerazione … La realtà, che la Scrittura ben conosce, deve fare i conti con l’uomo, che non sempre predilige la giustizia, la solidarietà, l’incontro, l’ascolto, il riconoscimento dell’altro, la vita, il dono di sè, la misericordia …

La liturgia di questa domenica da quindi per scontato che il credente operi sempre come il Figlio dell’uomo, che non si stupisca delle avversità e conservi la propria identità: sta a noi dimostrarlo giorno dopo giorno, custodendo il nostro rapporto con il Signore attraverso la Parola e la preghiera, per fare “nuove” tutte le cose, secondo il progetto di Dio.

Domenica 11ª domenica dopo Pentecoste – 11/12 agosto
1.a lettura 1° libro dei Re 18, 16b – 40a: Il Signore è Dio! il Signore è Dio!.
2.a lettura Romani 11, 1 – 15: Io faccio onore al mio ministero.
Vangelo Matteo 21, 33 – 46: La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d’angolo.