Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Ripartire: da Dio … (Nostro Signor Gesù Cristo, re dell'universo)

La solennità di Cristo “re”, posta a conclusione dell’anno liturgico, ci ricorda da un lato il punto di partenza della vita di ogni credente (Dio) e dall’altro che la “signoria” di Dio passa attraverso il dono si sè. Questa scelta di Dio lo pone al primo posto (“re”) e capovolge la logica a cui siamo abituati.

Riconoscere la “signoria” di Dio sulla croce non è facile, perché questa logica non ci appartiene: noi che siamo abituati ad attribuire i primi posti ai potenti come possiamo accettare un Dio così “piccolo”? … Facendo nostra la sua scelta ed accogliendo l’invito a mettere al primo posto il dono di sè.

Il Signore ci sta sempre dinanzi e ci mostra la strada “nuova”: mentre si chiude il cammino di un anno occorre avere il coraggio di ripartire, rimettendo Dio al primo posto, riconoscendo che la sua logica ci apre strade nuove, nuove possibilità, nuove occasioni e nuove opportunità.

Così la festa di oggi ci invita a guardare la realtà con occhi nuovi e ad accogliere il capovolgimento che interessa tutta la storia; sappiamo che gli uomini e le nazioni non si riconoscono in questo disegno, ma il cuore di ognuno di noi sa che questa è l’unica “signoria” che non fa violenza all’uomo.

Buon cammino ad ogni uomo!

(con la fine di questo anno liturgico si conclude anche il richiamo alla parola di Carlo Maria Martini, che ci ha guidato dal martirio di Giovanni ad oggi)
La citazione: “Parlo al tuo cuore” – lettera pastorale di Carlo Maria Martini per per l’anno 1996-1997, pag. 27-28
Mio Dio, tu sei il mio tutto!
Ti adoro,
Ti amo con tutto il cuore,
Ti ringrazio di avermi creato
e di avermi chiamato ad essere Tuo figlio in Gesù Cristo
per mezzo del battesimo,
facendomi membro vivo di questa Chiesa ambrosiana,
conservandomi fino a questo momento nel Tuo amore
per la grazia dello Spirito Santo.Ti offro la mia confessione di lode,
piena di gratitudine e di speranza,
e desidero vivere secondo la fede ricevuta nel battesimo,
pregando, amando, soffrendo e morendo
come ha vissuto, amato, pregato, sofferto
ed è morto per noi
il Tuo Figlio Gesù Cristo,
nel quale anch’io sono Tuo figlio,
come Tu mi sei Padre in Gesù, mio Signore,
nello Spirito di verità e di amore,
nella comunione della Chiesa cattolica,
vissuta in questa Chiesa di Milano.

Accogli questo desiderio e questo impegno
così come hai accolto le primizie dei frutti
dai Tuoi figli giunti nella terra promessa.
Amen. Alleluia!

Domenica Nostro Signor Gesù Cristo, re dell’universo – 10-11 novembre
1.a lettura Isaia 49, 1-7: Io ti renderò luce delle nazioni, perché porti la mia salvezza fino all’estremità della terra.
2.a lettura Filippesi 2, 5-11: Abbiate in voi gli stessi sentimenti (=modo di sentire) di Cristo Gesù.
Vangelo Luca 23, 36-43: Sopra di lui c’era anche una scritta: “Costui é il re dei Giudei”.