Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Correre “avanti” (5ª domenica di Avvento)

Quando si guarda indietro, ai fatti e alle persone del passato, ci viene facile pensare che tutto sia stato “facile” e “naturale”, dimenticando le “scelte”, le “decisioni” e l’agire concreto che hanno determinato quei fatti e ci fanno ricordare quelle persone. La liturgia ne è talmente consapevole che pone alla nostra attenzione Giovanni (il “pre-cursore”) e Maria (la “figlia di Sion”).

Per capire il tempo in cui viviamo dobbiamo assolutamente recuperare l’atteggiamento di Giovanni e di Maria: guardare e correre “avanti”. Se è vero, come crediamo, che è il Signore che viene (e non noi che lo aspettiamo) occorre “muoversi” e “andare”; dove? “avanti”! ci indica Giovanni; cercando di comprendere e seguire la “strada” di Dio, che ci precede, che sta “davanti” (non dietro).

La “strada” indicata è quella percorsa da Gesù; non serve “attendere” per preparare la strada, ma correre “avanti”, perché “il Signore ridona la vista ai ciechi, rialza chi é caduto, ama i giusti, protegge i forestieri” … e fare altrettanto è “preparare la via del Signore”.

“Fare natale” é quindi accogliere la “strada” di Dio, che si fa “uomo”, uno di noi, e ci insegna a vivere facendo della nostra vita un dono, rischiando e correndo “avanti”; non è importante il nostro successo (“Lui deve crescere; io, invece, diminuire”) ma che “il regno venga”, perché è “salvezza” (=salute) per tutti gli uomini, a cominciare da noi.

Domenica 5ª domenica di Avvento – Il precursore – 15-16 dicembre
1.a lettura Isaia 30, 18 – 26b: Il Signore aspetta con fiducia per farvi grazia.
2.a lettura 2ª ai Corinzi 4, 1 – 6: Noi infatti non annunciamo noi stessi, ma Cristo Gesù Signore.
Vangelo Giovanni 3, 23 – 32a: Lui deve crescere; io, invece, diminuire.