Loading…

Festa della famiglia nella settimana dell'Educazione

Dal 26 gennaio al 17 febbraio 2019

Programma

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Ricomincianti

E se fosse arrivato il momento per rivedere o mettere in ordine una fede nascosta o ferma ?? - DAL 10 GENNAIO 2019

Info

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Uomo e donna spirituale

In questo periodo ho incontrato e dialogato con un gruppo di mamme sul valore della persona “secondo lo Spirito”.  Rimane forte in molta gente l’idea che il termine “spirituale” si contrappone al termine “materiale”, per cui è difficile intendersi. Invece quando si intuisce la bellezza della “vita secondo lo Spirito” in un modo nuovo, secondo la tradizione cristiana, tutto cambia. Mi sono imbattuto in un piccolo racconto di padre Marko Rupnik, l’artista gesuita con cui siamo in contatto per il progetto del battistero nella Comunità pastorale. Mi sembra indicativo di come si debba essere “uomini e donne spirituali”:  Un giorno stavo parlando con uno studente nel mio studio, e sul cavalletto avevo appena finito di dipingere un volto di Cristo di grandi dimensioni. Era il periodo in cui mi avvicinavo ad una interpretazione bizantina della figura di Cristo, quindi si trattava di un volto luminoso, sofferto, ma maestoso, con due grandi occhi di compassione. Noi due eravamo seduti, ciascuno ad un lato del cavalletto. Ho chiesto allo studente:
– Secondo te, chi guarda Cristo?
– Guarda me.
Poi gli ho detto di alzarsi, di continuare a guardare Cristo e, passo per passo, lentamente, venire dalla mia parte. Gli ho di nuovo chiesto:
– Adesso sei da solo, hai la testa piena di pensieri cattivi, violenti. E Cristo?
– Mi guarda, risponde.

Al passo successivo gli dico: – Sei con i tuoi amici, ubriaco, di sabato sera.  E Cristo?
– Mi guarda, risponde ancora.
Ancora un altro passo e gli chiedo: – Ora sei con la tua fidanzata, e vivi la sessualità nel modo in cui mi hai parlato, che ti turba la memoria. E Cristo?
– Mi guarda con la stessa benevolenza.
Quando stava già per arrivare dalla mia parte, dico: – E ora sei in chiesa, a messa, e leggi le letture. E Cristo?
– Mi guarda con grande compassione.

 Ecco gli dico, quando sentirai addosso in tutte le circostanze della tua vita questo sguardo compassionevole e misericordioso di Cristo, sarai una persona veramente spirituale, sarai di nuovo completamente integro, vicino a ciò che possiamo chiamare pace interiore, serenità dell’anima, felicità di vita. Quando scoprirai nel suo sguardo misericordioso e sentirai che l’Amore ti avvolge come un balsamo, cambieranno tutte le tue situazioni che abbiamo menzionato adesso. L’uomo cambia a causa dell’amore che gli inonda il cuore. Egli pecca infatti per la mancanza di amore, o meglio, per la non accettazione dell’amore che lo attende nel cuore.

Mi sembra bello condividere questo pensiero e notare che … “spirituale è bello”!

don Norberto

Tagged under: