Loading…

Settimana Santa e Pasqua 2020

Indicazioni per vivere la Settimana Santa e la S. Pasqua insieme da casa

Clicca qui

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Comunione nella diversità (Santissima Trinità)

Con il dono dello Spirito si apre il tempo “dopo Pentecoste”, secondo il calendario ambrosiano, ed inizia il cammino verso il “martirio di Giovanni”: questo tempo non serve solo a riprendere il progetto di Dio ma a fari di noi i “testimoni” del risorto, come Giovanni il “battezzatore”.

Il cammino inizia oggi con la solennità della “Trinità” “santa, santa, santa” (=diversa, diversa, diversa): essa ci svela non solo la fonte del cammino, ma anche la destinazione; ci parla non solo di chi è il Dio dei cristiani ma rivela al mondo che cosa cercano i credenti: “comunione”.

La “comunione” di cui ci parla la “tri-unità” di Dio ci parla di ascolto, di ricerca, di diversità, di identità, di fedeltà, di fiducia, di libertà, di cammino; occorre partire da questa “relazione”, che è costitutiva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, per comprendere ciò che ci viene trasmesso, la “relazione” in cui siamo “inseriti” attraverso il Battesimo, e ciò a cui tendiamo.

Riflettere sulla “tri-unità” di Dio ci aiuta a comprendere come ci sono “estranei” quanti, affermando la loro “identità” negano la “relazione”; quanti rivendicano “diritti” e si sottraggono ai “doveri”; quanti dimenticano che la “libertà” non riguarda i diritti del singolo ma le regole della “relazione”; quanti vedono l’uomo come un “isola”; quanti si nascondono dietro “tradizioni” che mascherano solo il rifiuto delle differenze; l’errore di tutti quelli che (in qualsiasi ambito) perseguono il “minimo comune multiplo” e non il “massimo comun denominatore” …

Così la “Trinità” si rivela fonte e culmine del cammino; strada maestra per tutti i credenti che riconoscono nella “diversità” delle “tre” Persone, la loro “diversità” e nella loro identità la propria, di uomini chiamati a vivere la comunione nella diversità.

Buon cammino!

Domenica 1ª dopo Pentecoste – Santissima Trinità – 25/26 maggio 
1.a lettura Genesi 18, 1-10a: Mio signore, se ho trovato grazia ai tuoi occhi, non passare oltre senza fermarti dal tuo servo.
2.a lettura 1.a Corinzi 12, 2-6: Vi sono diversi carismi, ma uno solo è lo Spirito.
Vangelo Giovanni 14, 21-26: Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama.