Loading…

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

PADRE, LIBERACI DAL MALE.

5° CONVEGNO domenica 14 ottobre 2018: quando il male s’insinua nella famiglia

Info

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Comunione nella diversità (Santissima Trinità)

Con il dono dello Spirito si apre il tempo “dopo Pentecoste”, secondo il calendario ambrosiano, ed inizia il cammino verso il “martirio di Giovanni”: questo tempo non serve solo a riprendere il progetto di Dio ma a fari di noi i “testimoni” del risorto, come Giovanni il “battezzatore”.

Il cammino inizia oggi con la solennità della “Trinità” “santa, santa, santa” (=diversa, diversa, diversa): essa ci svela non solo la fonte del cammino, ma anche la destinazione; ci parla non solo di chi è il Dio dei cristiani ma rivela al mondo che cosa cercano i credenti: “comunione”.

La “comunione” di cui ci parla la “tri-unità” di Dio ci parla di ascolto, di ricerca, di diversità, di identità, di fedeltà, di fiducia, di libertà, di cammino; occorre partire da questa “relazione”, che è costitutiva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, per comprendere ciò che ci viene trasmesso, la “relazione” in cui siamo “inseriti” attraverso il Battesimo, e ciò a cui tendiamo.

Riflettere sulla “tri-unità” di Dio ci aiuta a comprendere come ci sono “estranei” quanti, affermando la loro “identità” negano la “relazione”; quanti rivendicano “diritti” e si sottraggono ai “doveri”; quanti dimenticano che la “libertà” non riguarda i diritti del singolo ma le regole della “relazione”; quanti vedono l’uomo come un “isola”; quanti si nascondono dietro “tradizioni” che mascherano solo il rifiuto delle differenze; l’errore di tutti quelli che (in qualsiasi ambito) perseguono il “minimo comune multiplo” e non il “massimo comun denominatore” …

Così la “Trinità” si rivela fonte e culmine del cammino; strada maestra per tutti i credenti che riconoscono nella “diversità” delle “tre” Persone, la loro “diversità” e nella loro identità la propria, di uomini chiamati a vivere la comunione nella diversità.

Buon cammino!

Domenica 1ª dopo Pentecoste – Santissima Trinità – 25/26 maggio 
1.a lettura Genesi 18, 1-10a: Mio signore, se ho trovato grazia ai tuoi occhi, non passare oltre senza fermarti dal tuo servo.
2.a lettura 1.a Corinzi 12, 2-6: Vi sono diversi carismi, ma uno solo è lo Spirito.
Vangelo Giovanni 14, 21-26: Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama.