Loading…

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

"La Santità in Zelia e Luigi Martin": se parlassero oggi alle coppie?

Domenica 17 febbraio chiesa santa Teresa (Bustecche) ore 15.00

Locandina

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Un progetto che coinvolge (3ª dopo Pentecoste)

Chi osserva le vicende dei credenti dimentica spesso il punto di partenza, quello di un Dio che “coinvolge” l’uomo; di un Dio che “cerca” e “condivide”, di un Dio che “sceglie” e “agisce” attraverso chi “accoglie” e “fa suo” il progetto di Dio.

Occorre partire da qui per comprendere l’itinerario che la liturgia ambrosiana ci propone in questo tempo, per rileggere il “progetto” di Dio e farlo nostro, per non fermarci alla storia di quello che é stato (nel bene e nel male), ma per cercare di fare la nostra parte, perché il Signore continua a portare “avanti” il suo progetto e cerca anche oggi uomini da coinvolgere.

La storia dell’umanità, a cominciare da Adamo ed Eva, è fatta di persone che non hanno “compreso” il progetto di Dio, che hanno visto in Lui il giudice e l’avversario; ma anche di persone come Giuseppe e Maria che lo hanno “accolto” e “fatto proprio”.

La comprensione che ci è richiesta parte proprio dal riconoscimento che il rapporto con Dio si gioca nella relazione, ieri come oggi, perché “conoscere” non è, semplicemente, “incontrare” o “sentire” …

Vi sono cose che richiedono tempo, ascolto, fatica, ricerca, comprensione: non tutto é immediato, facile, semplice. Dal primo atteggiamento nascono spesso le relazioni, i cambiamenti, le “storie” (anche quella di Dio con l’uomo); dal secondo, molto spesso, solo illusioni.

Proviamo a farci coinvolgere da un Dio che si chiama: “Emmanuele, che significa Dio con noi”. Non è un nome qualsiasi.

Domenica 3ª dopo Pentecoste – 8/9 giugno 
1.a lettura Genesi 3, 1-20: Ho udito la tua voce nel giardino: ho avuto paura.
2.a lettura Romani 5, 18-21: Dove abbondò il peccato, sovrabbondò la grazia.
Vangelo Matteo 1, 20b-24b: Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore.