Loading…

Avvento 2018

Proposte per l'Avvento 2018

Programma

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Il peccato: episodio o modo di vivere? (11ª dopo Pentecoste)

Siamo spesso tentati di ritenere “il peccato” una scelta occasionale, causata dalle circostanze, favorita dalla situazione …; la Scrittura, invece, ci mostra come spesso é il nostro modo di vedere che “é peccato” e determina ciò che facciamo e riteniamo “giusto”, anche se non lo é affatto.

La Scrittura, infatti, non ci invita solo a riflettere e vigilare su quello che facciamo, ma su ciò che é alla base, su ciò che lo determina e che viene da noi: così gli “episodi”, in tante situazioni, dicono molto di più di quanto non si creda …

Viviamo tempi in cui “parole” ed “episodi” (di violenza) vanno ben al di là del consueto: essi rivelano un modo di pensare che “é peccato”, perché é affermazione di sé ed esclusione dell’altro, difesa del proprio modo di pensare e rifiuto dell’altro, autocelebrazione … ed esclusione di Dio!

La Parola di questa domenica si fà così invito a cogliere il “peccato” nel nostro modo di vedere e di vivere, così da scoprire una strada “nuova”: essa non passa dagli “episodi”, ma dal riconoscere la “signoria” di Dio, sulla storia e sul mondo, e dal fare “nostro” il suo sguardo, che vuole la vita anche per il “povero” e per l'”escluso”.

Buona strada!

Domenica 11ª dopo Pentecoste – 3/4 agosto 
1.a lettura 1° libro dei Re 21, 1-19: Poi parlerai a lui dicendo: “Così dice il Signore: hai assassinato e ora usurpi!”
2.a lettura Romani 12, 9-18: Non rendete a nessuno male per male. Cercate di compiere il bene davanti a tutti gli uomini. Se possibile, per quanto dipende da voi, vivete in pace con tutti.
Vangelo Luca 16, 19-31: “Se non ascoltano Mosé e i Profeti non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti”.