Loading…

Rosario di Maggio

Quarta settimana Morosolo - ore 20.45

Programma

Pellegrinaggio La Salette e Laus

17 e 18 giugno 2019 - iscrizioni in segreteria entro il 25 maggio

Programma

Oratorio Estivo 2019

dal 12 giugno al 12 luglio

Volantino

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Fare la volontà del Padre (2ª domenica dopo il martirio di Giovanni)

Non é facile fare ciò “che vuole” un altro … Non equivale ad eseguire un ordine e, prima ancora di “fare”, occorre comprendere ciò “che vuole”, occorre conoscerlo, entrare in sintonia, fare come se io fossi al suo posto, come se pensassi e agissi come lui …

E’ questo l’insegnamento, e la richiesta, che ci viene dalla Parola di oggi; il Signore, infatti, non ci chiede solo di “convertirci”, di “invertire la rotta”: mentre ci aiuta a comprendere che occorre cambiare strada, ci invita ad entrare in sintonia con Lui e ad entrare nell’ottica di “fare come farebbe Lui”.

Occorre quindi scrutare e scegliere: non conta il passato (“noi che per nascita siamo Giudei e non pagani”), non conta l’immagine (“i pubblicani e le prostitute, invece, gli hanno creduto”) e nemmeno la parola detta (“Si, Signore. Ma non vi andò”); conta ciò che si comprende e si fa.

Conoscere e fare, secondo la Scrittura, sono strettamente legati: per fare “come Gesù” (come dice il nostro essere “cristiani”) occorre conoscere Gesù e sentire “come lui”; é questa una sfida che coinvolge tutti i credenti e in cui é facile scambiare la “volontà di Dio” con quello che riteniamo opportuno, praticabile, di buon senso, secondo le regole …

Preghiamo perché ogni credente sia quindi segno e testimone della volontà del Padre e perché ogni uomo si impegni a “fare” la pace, in tutte le situazioni.
“Pace e bene”, come ci ricorda Francesco.

Domenica 2ª Domenica dopo il martirio di Giovanni – 7/8 settembre 
1.a lettura Isaia 30, 8-15b: Egli si aspettava giustizia ed ecco spargimento di sangue, attendeva rettitudine ed ecco grida di oppressi.
2.a lettura Gàlati 2, 15-20: In realtà mediante la Legge io sono morto alla Legge, affinché io viva per Dio.
Vangelo Matteo 21, 28-32: Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Si, Signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del Padre?