Loading…

Avvento 2019

Proposte e spunti di riflessione per l'Avvento 2019 aggiornati ogni settimana

Scarica qui

Natale 2019

Orari delle celebrazioni e delle confessioni

Info

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2

E quattro: la festa di Morosolo!

Anche Morosolo ha vissuto la sua festa patronale o, più comunemente detta, “Sagra settembrina”. E’ l’ultima festa che ravviva la comunità pastorale di sant’Eusebio.Si è partiti domenica 1 settembre con  il cammino a piedi che ha toccato il nuovo sentiero del Parco  (n. 321) che collega Velate a Calcinate del Pesce  e che attraversa il territorio del comune di Casciago: una sostenuta camminata con una sessantina di presenze di diverse età. Un flusso continuo anche davanti alla Eucarestia nel giorno dedicato all’adorazione,  quasi a voler ricordare ciò che dà origine alla comunità cristiana. Molto apprezzato il recente film “Il figlio dell’altra” in cui la vicenda di una famiglia palestinese ed una israeliana, unite a causa di un errore, obbliga a trovare vie di intesa: nutrita la presenza di persone che hanno accompagnato la discussione e che apprezza il mondo del cinema. La tradizionale risottata del venerdì lungo la  via Vittorio Veneto ha visto già nel tardo pomeriggio la presenza di molte persone pronte a stare insieme, ad assaggiare le diverse qualità del piatto lombardo e a vivere una simpatica serata. Molta gente soddisfatta grazie all’impegno di molte persone ai fuochi, ai tavoli, nella preparazione e riordino di tutte le strutture.

Il tempo che minacciava pioggia non ha impedito lo svolgersi della giornata della festa, tra sabato e domenica,  tra cena e musica, tra balli e simpatiche chiacchierate, tra la pesca e la lotteria, tra la gente di persone di Morosolo e persone di altre località. Intenso il momento serale nel ricordo e nel collegamento con coloro che hanno seminato la fede che ci è giunta e che ci è chiesto di purificare e rendere ancora oggi attraente. Meno sentito quest’anno il pellegrinaggio al Sacro Monte sia dai comminatori (eravamo una quindicina) sia dalle persone che si sono unite alla prima cappella o alla messa.

Comunque in un clima semplice e sereno la patronale permette il convergere di persone che fanno riferimento alla comunità cristiana, quanti sono delle altre tre parrocchie e quanti, pur lontane dalla vita comunitaria, trovano nella festa un momento di aggregazione tradizionale e  sempre nuovo.

don Norberto

Tagged under: