Loading…

Rosario di Maggio

Quarta settimana Morosolo - ore 20.45

Programma

Pellegrinaggio La Salette e Laus

17 e 18 giugno 2019 - iscrizioni in segreteria entro il 25 maggio

Programma

Oratorio Estivo 2019

dal 12 giugno al 12 luglio

Volantino

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Mangiare: indice di relazione, anche con Dio (4ª domenica dopo il martirio di Giovanni)

Mangiare insieme e nutrirsi l’uno della presenza dell’altro é tipico di ogni relazione profonda: essa richiede la presenza, la condivisione e la concretezza di chi si ritrova “a tavola” insieme, di chi cammina ed ha bisogno di nutrimento, di relazione e di comunione.
La concretezza del linguaggio della Parola odierna chiede al credente di essere accolta senza passare dal “segno” (il mangiare) al “simbolo” (l’altare): ci aiuta a riflettere sulla nostra relazione con Dio, prima ancora di inginocchiarci di fronte alla presenza eucaristica.

Anche a tavola la forma e il cibo possono distrarci dalla relazione con chi ci sta davanti; si commenta, si prende tempo ma non ci si ascolta e non ci si incontra! La Scrittura ne é consapevole e ci ricorda il legame, la relazione, la “comunione” col “Figlio dell’uomo”.

Occorre partire da qui, dalla “tavola” di cui il Signore ci rende “commensali” (=coloro che mangiano con, compagni di tavola) per riscoprire il valore profondo della “mensa settimanale” (la Messa) e della tavola di tutti i giorni; essa é innanzitutto un luogo concreto, fatto di persone e situazioni, in cui il Signore si fa “commensale”.

Di qui la necessità di operare con sapienza e di prenderci cura del Signore e dei “commensali” (e non solo del cibo), così da ascoltare e comprendere per fare “comunione”, per “rimanere” insieme: che il Signore ci aiuti a riscoprirne il valore, e a “celebrare” di conseguenza.

Preghiamo perché ogni uomo trovi una “tavola” in cui incontrare l’altro ed essere accolto e perché la pace si faccia strada nel cuore dell’uomo.
“Pace e bene”, come ci ricorda Francesco.

Domenica 4ª Domenica dopo il martirio di Giovanni – 21/22 settembre 
1.a lettura Proverbi 9, 1-6: “Venite, mangiate il mio pane, bevete il vino che io ho preparato”.
2.a lettura 1ª Corinzi 10, 14-21: E il pane che noi spezziamo, non é forse comunione con il corpo di Cristo?
Vangelo Giovanni 6, 51-59: Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui.