Loading…

Festa della famiglia nella settimana dell'Educazione

Dal 26 gennaio al 17 febbraio 2019

Programma

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Ricomincianti

E se fosse arrivato il momento per rivedere o mettere in ordine una fede nascosta o ferma ?? - DAL 10 GENNAIO 2019

Info

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

“Misericordia” è più che giustizia (5ª domenica dopo il martirio di Giovanni)

Passa spesso inosservata, nel nostro ascolto della Parola, la passione del Signore per la “giustizia”: essa é infatti ritenuta il punto di riferimento della vita comune, della relazione fra gli uomini.

Se non si parte da qui, dalla necessità della “giustizia” per la vita comune, diventa senza significato la “misericordia”, l’invito a “pregare per coloro che vi trattano male”, ad amare “i nemici” … ad “andare oltre” la “giustizia”!

La “misericordia” di Dio e dei credenti non é “dimenticare”, “far finta”, “portare pazienza” … ma “andare oltre” la “giustizia”, testimoniare che il bene che si vuole affermare ha bisogno, per essere tale, che chi lo compie sia pronto a rimetterci di persona, pur di “fare pari”; che sta anche a noi a completare ciò che manca perché l’altro sia reso “giusto” (anche se non lo é, e sa di non esserlo).

La “misericordia” non può prescindere dalla “giustizia”, sa anche che occorre “rimetterci”, ovvero metterci del proprio perché gli altri possano giungere a sperimentare la “misericordia” di Dio. Diventa così il modo di vedere il mondo dalla parte di Dio, e fargli strada.

Anche per questo occorre invocare la “pace”: essa é disponibile a rimetterci, purché non trionfino le logiche della divisione e delle armi. La “misericordia” é superiore alla “giustizia”!
“Pace e bene”, come ci ricorda Francesco.

Domenica 5ª Domenica dopo il martirio di Giovanni – 28/29 settembre 
1.a lettura Isaia 56, 1-7: “Agli eunuchi che osservano i miei sabati, preferiscono quello che a me piace e restano fermi nella mia santa alleanza, io concederò nella mia casa e dentro le mie mura un monumento e un nome più prezioso che figli e figlie”.
2.a lettura Romani 15, 2-7: Ciascuno di noi cerchi di piacere al prossimo nel bene, per edificarlo.
Vangelo Luca 6, 27-38: Siate misericordiosi, come il Padre vostro é misericordioso.