Loading…

Saluto di Don Norberto

Appuntamenti per salutare il Parrocco

Programma

Orario estivo S. Messe

da sabato 13 luglio a domenica 25 agosto 2019

Orari
  • 0
  • 1

A proposito di Natale

Per un prete è sempre bello celebrare le grandi feste cristiane, come il Natale  e la Pasqua, con la propria gente. E’ occasione per stare con coloro che condividono la stessa fede di domenica in domenica ma anche con coloro che si incrociano per queste festività. Abbiamo favorito il più possibile l’incontro con le persone senza però venir meno alla particolarità della liturgia cristiana con i suoi tempi e i suoi modi. Abbiamo favorito la partecipazione della gente alla notte di Natale offrendo tre occasioni alle 22.00 (Barasso, Casciago e Morosolo) e lasciando, nella chiesa di Luvinate, la possibilità della messa della tradizionale mezzanotte. L’inizio della unità pastorale aveva già modificato le antiche tradizioni, obbligando a ripensare un po’ tutto: ora si prosegue dando nuove motivazioni. Si è potuto così celebrare con più tranquillità e con maggiore attenzione la liturgia della notte, invitando le persone e dando loro la possibilità … di accomodarsi!

Abbiamo preferito non incentivare la liturgia “serale”, nella messa vigiliare né invitare i ragazzi ad una liturgia poco adatta a loro, rischiando di far passare l’idea che “messo a posto il Signore, si poteva finalmente fare natale …”. In caso contrario avremmo forse cavalcato l’idea di venire incontro alle esigenze delle persone, senza invece segnalare una priorità che la famiglia cristiana è chiamata ad indicare ai propri figli e nipoti.

Forse una famiglia legata al Signore dovrebbe iniziare a dire: “Bene, quest’anno che orario scegliamo per dare sostanza ad una festa come il Natale?”. Una volta deciso lo spazio per entrare nella liturgia  si inizia a fare i conti con l’impegno gastronomico, quello parentale, quello augurale, quello dell’apertura di regali e affini… Con questo semplice accorgimento, frutto di una vita secondo lo spirito, avviene che tutto, anche ciò che è più legato alla cultura consumistica, possa trovare una luce nuova, senza essere demonizzato da una parte ma senza neppure che sia quel tipo di mentalità a comandare il nostro stile di vita.

Forse c’è da fare ancora un po’ di strada per vivere e comunicare quanto la liturgia cristiana invece riesca a portarci “entrare dentro” il grande regalo della natività di Gesù che non smette di lasciarci senza parole.

 don Norberto

Tagged under: