Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Buone notizie per tutte le genti (Epifania di Nostro Signore Gesù Cristo)

Celebrare la “manifestazione” (=epifania) di Gesù non è solo memoria di quello che hanno fatto i magi (che, secondo la Scrittura, sono “magi” e non “re”!) ma ricordarci che l’incontro con Dio é aperto a tutti: il Signore si é scelto un popolo, perché fosse per primo segno e testimone della sua alleanza (Israele), che ha poi esteso a tutte le genti, senza condizioni.

Siamo talmente abituati ad un mondo organizzato in “livelli” (legame gerarchico) e “famiglie” (legame di sangue) che rischia di sfuggirci la “novità” di un Dio che incontra direttamente i lontani; siamo talmente abituati ad avere degli “intermediari” (come Erode, i sacerdoti e gli scribi del tempo) da non accorgerci che i “magi” hanno compreso la realtà meglio di loro; siamo talmente convinti che il Signore ci voglia attenti alle indicazioni degli altri da aver dimenticato che il Signore si rivolge direttamente a noi … e da noi attende ricerca, intraprendenza, fantasia, “cammino”!

L’incontro con il Signore non ha bisogno di essere autorizzato (da Erode o dai sacerdoti); non ha bisogno di essere raccontato agli altri (a Erode); ha bisogno però dei “doni”, ovvero di quei segni concreti che rendono evidente il cambiamento prodotto dall’incontro. Così l’oro esprime il mettere a disposizione del Signore i nostri beni; l’incenso il mettere a disposizione del Signore la nostra lode; la mirra (=olio con cui si ungevano i morti) diventa il riconoscimento della medesima umanità, di ciò che ci rende fratelli e domanda la misericordia di Dio.

L’incontro con i magi, a differenza di quello con i pastori, é un incontro “pubblico”, annunciato: Erode, i sacerdoti e gli scribi lo sanno, ma non si muovono! Che il Signore ci conceda quindi di metterci in cammino e di incontrarlo quando si “manifesta” a noi, come ai “magi”. E che sua luce guidi sempre i nostri passi, come la “stella”!

Solennità Epifania di Nostro Signore Gesù Cristo – 5/6 gennaio 2014
1.a lettura Isaia 60, 1-6: Alzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce, la gloria del Signore brilla su di te.
2.a lettura Tito 2, 11 – 3, 2: E’ apparsa la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini e ci insegna a rinnegare l’empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con giustizia e con pietà.
Vangelo Matteo 2, 1-12: Al vedere la stella provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra.