Loading…

Incontro con Padre Alsabagh

Parrocchia di Masnago - 25 giugno 2018

locandina

Festa patronale di Luvinate

dal 25 giugno al 2 luglio 2018

Programma

MONTE TRE CROCI

Pellegrinaggio e S. Messa - Sabato 30 giugno - partenza ore 8.00

locandina

Siamo nati e non moriremo mai più

Spettacolo - 27 giugno 2018 - h. 21:00 - Chiesa di Luvinate

locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Fonte di relazioni "nuove" (Santa famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria)

La Parola di Dio, che la liturgia ambrosiana porta alla nostra attenzione nella festa dedicata alla famiglia “santa” (=diversa) di Gesù, Giuseppe e Maria, non ci parla della “famiglia”, ma del Signore, che é il punto di riferimento di quella famiglia e di ogni credente.

Così é bello scoprire che la presenza di Dio nelle vicende dell’uomo cambia il nostro modo di vedere e di relazionarci agli altri: il nostro modo di vedere fa abitualmente riferimento a noi (“io”) o a chi comanda (“lui”) … così relazionarsi ad un “altro” (“Dio”) non solo cambia la prospettiva ma ci insegna ad allargare lo sguardo.

Le relazioni della nostra vita e le alterne vicende che attraversano i nostri giorni sono la trama che rivela il posto che riserviamo al Signore; accogliere o non accogliere l’altro, accorgersi o non accorgersi degli altri non dipende solo dalle circostanze …

Maria, nelle nozze celebrate a Cana di Galilea, si é accorta della “mancanza” del vino e ha coinvolto il Signore per “cambiare” la realtà; anche a noi é rivolto il medesimo invito e ci é offerto il medesimo aiuto per fondare relazioni “nuove”.

Non ci sfugga l’invito di Paolo ad allargare lo sguardo, a costruire relazioni (con le “mogli”, con i “mariti”, con i “figli”) capaci di andare “oltre” la legge; perché ogni “relazione” é un cammino, e come ogni cammino ha dei punti di riferimento! Fare di Dio il punto di riferimento delle nostre “relazioni” é l’invito che ci viene rivolto.

Così scopriamo che Maria, Giuseppe e Gesù, nel loro essere uomini, hanno fatto riferimento al medesimo Padre: e ci hanno insegnato anche ad essere in relazione fra noi e ad essere “nuovi”, “santi” (=diversi).

Domenica Santa famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria – 25/26 gennaio 
1.a lettura Siracide 7, 27-30 e 32-36: La tua generosità si estenda a ogni vivente.
2.a lettura Colossesi 3, 12-21: Qualunque cosa facciate, in parole e in opere, tutto avvenga nel nome del Signore Gesù.
Vangelo Luca 2, 41-52: Non sapevate che Io devo occuparmi delle cose del Padre mio?