Loading…

... sulla Tua parola - dal 7 febbraio

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

"La Santità in Zelia e Luigi Martin": se parlassero oggi alle coppie?

Domenica 17 febbraio chiesa santa Teresa (Bustecche) ore 15.00

Locandina

LA “FEDE” DI GESU’: GESU’ AVEVA LA FEDE, ERA UN CREDENTE COME NOI?

Incontro con don Luca Castiglioni - Domenica 24 febbraio ore 16.00 oratorio di Barasso

Info

Liturgia preparata - Tempo dopo Epifania

Ciclo di sei incontri a partire da martedì 29 gennaio alle ore 21.00

Info qui

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Cambiare é possibile, sempre (Penultima dopo l'Epifania)

E’ molto facile stabilire “regole” e definire le cose “giuste”: é molto più difficile definire come operare per non arrivare a infrangere le “regole” ed é ancora più difficile, a cose fatte, stabilire dei percorsi per “recuperare” il percorso “giusto”.

C’é infatti un motivo di fondo: credere al cambiamento dell’altro (e quindi renderlo possibile, aiutandolo a comprendere e quindi a rivedere il suo comportamento) oppure ritenerlo inutile; assumere la situazione (e la realtà, con le sue contraddizioni e difficoltà) oppure esigere semplicemente il rispetto delle “regole” …

Così é bello accogliere il punto di vista di Dio, che desidera offrire a tutti la possibilità di incontrarlo e di fare posto a un modo “nuovo” di vivere. La “divina clemenza”, che la Chiesa ambrosiana pone oggi alla nostra attenzione, é un deciso invito a guardare la realtà con gli occhi di Dio e a fare posto ad un modo “nuovo” di vivere le relazioni, a cominciare da quella fra l’ “uomo” e la “donna”.

Nelle relazioni, non solo con Dio, si manifesta con chiarezza il nostro modo di vedere e di vivere: e le relazioni chiedono sempre regole, verifiche e cambiamenti. Perché ogni cammino richiede compagnia, ed ogni compagnia richiede di adattare il proprio passo al cammino dell’altro.

A noi non sempre piace stare al passo di Dio, seguirne il sentiero, accogliere il suo sguardo “ampio”, che guarda all’uomo in “verità” e “giustizia”: ci consola, allora, sapere che il Signore non si stanca dell’uomo e ci offre sempre un percorso per “capire” e l’occasione di riprendere il cammino, “sempre”!

Domenica Penultima domenica dopo l’Epifania, detta “della divina clemenza” – 22/23 febbraio 
1.a lettura Baruc 1, 15a e 2, 9-15a: Noi non abbiamo dato ascolto alla sua voce, camminando secondo i decreti che aveva posto davanti al nostro volto.
2.a lettura Romani 7, 1-6a: Siamo stati liberati dalla legge per servire secondo lo Spirito, che é nuovo.
Vangelo Giovanni 8, 1-11: «Chi di voi é senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei».