Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Ritornare a vivere (Ultima dopo l'Epifania)

Ci sono momenti in cui ci si accorge che “si stava meglio prima” … perché si comprende cosa “sta dietro”, le motivazioni, le scelte, il significato di un agire che non é legato al denaro, al successo, alla gloria, all’interesse, … ma al “bene”.

Così, in quest’ultima domenica del tempo che segue la “manifestazione” di Gesù (=Epifania), é bello scoprire che il Signore cerca il “bene” dell’uomo e ci attende: Egli sa che siamo facilmente attratti dai “miti” che ci circondano e che talora diffidiamo più di Dio che degli uomini … e continua ad aspettare.

Attende e costruisce l’occasione di “ritornare”, perché le vicende della vita ci aiutano a “rientrare in noi” e a “comprendere”; é bello poter lasciare il “passato” e rimettersi in cammino! E sapere che questo é possibile ed atteso, dal Signore.

Questo sguardo sulla vita e sulla fede é la condizione richiesta a tutti i credenti per mettersi in cammino ed entrare, domenica prossima, nel cammino quaresimale; occorre essere consapevoli che la “misericordia” del Padre ci sta sempre davanti e ci sollecita a “vivere” e a “dare la vita” … non a seguire le “illusioni”, come fa uno dei figli, o ad agire da “sudditi”, come fa l’altro figlio (nella parabola del “padre misericordioso”, ex “figliol prodigo” riportata da Luca).

“Vivere” é comprendere, scegliere e agire per ciò che vale; per questo abbiamo bisogno di conoscere il Padre, la fonte della “vita”, che si é manifestata in Gesù Cristo. Per questo abbiamo bisogno di metterci in cammino, così da “ritornare” a vivere.

Non ci sfugga, nelle letture della odierna liturgia, la “passione”, il desiderio, la voglia di trasmetterci, da parte del Signore, il motivo di cambiare, di trasformarci e di coinvolgerci nel “suo progetto”: che é “vita”!

Domenica Ultima domenica dopo l’Epifania, detta “del persono” – 1/2 marzo 
1.a lettura Osea 1, 9a; 2, 7ab-10, 16-18 e 21-22: Perciò, ecco, io la sedurrò, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore.
2.a lettura Romani 8, 1-4: La legge dello Spirito, che dà vita in Cristo Gesù, ti ha liberato dalla legge del peccato e della morte.
Vangelo Luca 8, 1-11: Bisognava far festa e rallegrarsi perché questo tuo fratello era morte ed é tornato in vita, era perduto ed é stato ritrovato.