Discernere (“Pasqua”, e quattro)
Loading…

Radio Maria trasmette da Casciago

Sabato 25 agosto 2018

Info

Festa di Morosolo 2018

dal 5 al 10 settembre 2018

Programma

Gita pellegrinaggio a Bra

Santuario della Madonna dei Fiori, 12 settembre 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio a domenica 19 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Discernere (“Pasqua”, e quattro)

Di questi tempi é facile riconoscere che molte “guide” si sono comportate da “mercenari” ed hanno guardato esclusivamente al proprio interesse. Eppure ci sfugge che questo atteggiamento e questo modo di vedere le cose non é solo delle “guide” … ma anche del “gregge” …

La “pasqua” di questa settimana ci dà l’occasione di riscoprire il compito e la responsabilità che ognuno di noi ha nei confronti dell’altro e di riconoscere in Gesù, il figlio di Dio, colui “che dà la propria vita per le pecore”!

Occorre partire da qui per comprendere il cambiamento che Dio ha portato nella storia, la “novità” che riguarda il modo di vivere, la rinuncia ad ogni privilegio, la passione e la gioia di ogni incontro con l’altro … Per questo Gesù é il punto di riferimento di ogni credente; per questo Egli é il pastore “buono e bello”!

Da questo “discernimento” scaturisce la differenza, sostanziale, con tutti i “mercenari” della storia, credenti e non credenti; da questo “discernimento” scaturisce la capacità di leggere e comprendere la “realtà” (come ci riporta la lettura odierna degli Atti degli apostoli) e di “decidere” di conseguenza … fino a “dare la vita”.

Una comunità, quella riportata dagli Atti, che si da “forme” e “strumenti” per “seguire” i cambiamenti, per arrivare a chi ha bisogno; una comunità che “non ha paura”, “discerne” e “sceglie a chi affidare” i propri compiti (e non chiede: chi é disponibile per … !).

Si! Abbiamo bisogno, anche noi di accogliere il dono dello Spirito Santo ed imparare dal “buon pastore” a “discernere”, per noi e per gli altri!

Si! “Quanto sono belli i piedi di coloro che recano un lieto annuncio di bene!”. Buona Pasqua!

Domenica IVª domenica di Pasqua – 10/11 maggio 
1.a lettura Atti degli apostoli 6, 1-7: Scelsero Stefano, uomo pieno di fede e di Spirito Santo, Filippo, Pròcoro, Nicànore, Timone, Parmenàs e Nicola, un prosélito di Antiòchia. Li presentarono agli apostoli e, dopo aver pregato, imposero loro le mani.
2.a lettura Romani 10, 11-15: “Quanto sono belli i piedi di coloro che recano un lieto annuncio di bene!”.
Vangelo Giovanni 1, 29-34: “Io sono il buon pastore. Il buon pastore dà la propria vita per le pecore”.