Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Un sentire comune ("Pasqua", e cinque)

La Pasqua non ci dice solo di un Dio che da la vita per la salvezza del mondo ma anche di un Dio che é in sintonia con ogni uomo che “ama” e pratica la “giustizia”!

“Giustizia” ed “amore” sono il criterio di riferimento … e di “discernimento”: perché tutto quello che facciamo “rivela” agli altri se siamo realmente in sintonia col modo di vedere di Dio.

Paolo, nelle sue lettere, ci ricorda spesso che l'”amore di Dio” ci spinge, che lo “Spirito” ci istruisce; occorre rimettere al centro l’iniziativa di Dio e dello Spirito che é capace di suscitare un mondo nuovo e fare “Pasqua” con noi.

Fare riferimento a Dio e allo Spirito non significa ignorare il confronto con i nostri “maestri” e con tutte le persone che stimiamo, ma “ripartire da Dio”, imparare a confrontare direttamente con Lui il nostro agire, così da “sentire” come Lui e lasciarci guidare dallo Spirito.

Non ci sfugga, rileggendo il racconto degli Atti degli apostoli, la capacità di Pietro di “riconoscere” l’azione di Dio (non l’effetto delle proprie parole!); o la riflessione di Gesù su “chi osserva i miei comandamenti” (che non é riferito alla cerchia dei discepoli!); si, occorre riscoprire che la passione per la “vita” dell’uomo viene da Dio e dallo Spirito ed é questo il segno della “Pasqua”. Sono Loro che ci insegnano a trasformare la realtà con “amore” e “giustizia”.

Così torniamo ad alzare gli occhi al cielo e ad invocare il dono dello Spirito, per noi e per tutti quelli che “rinascono” alla vita attraverso i doni del risorto. Buona Pasqua!

Domenica Vª domenica di Pasqua – 17/18 maggio 
1.a lettura Atti degli apostoli 10, 1-5 24 34-36 44-48a: “In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga”.
2.a lettura Filippesi 2, 12-16: E’ Dio che suscita in voi il volere e l’operare secondo il suo disegno di amore.
Vangelo Giovanni 14, 21-24: “Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi é colui che mi ama”.