Loading…

06/06/2018 - Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale

Programma

QUATTRO MARTEDI' nel tempo di pasqua

PRIMO INCONTRO -Martedì 10 aprile 2018 ore 21.00 - Guida don Giuseppe -Oratorio di Luvinate

Info

Pellegrinaggio a Lourdes con i malati UNITALSI

IN PULMAN 23 - 29 maggio 2018 / IN AEREO 24 - 28 maggio 2018

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Uguali, eppure “diversi” (“Pasqua”, e sei)

C’é una “diversità” (=santità) nei credenti che spesso ci sfugge e di cui non siamo consapevoli. Essa non riguarda solo quelle che siamo e facciamo ma é all’origine, perché é ciò che “ci spinge”. Il rapporto con lo Spirito Santo é molto più quotidiano di quanto pensiamo: esso non ha un luogo di incontro, non ha un orario, un momento, eppure “passa” attraverso tutti gli incontri che facciamo e tutte le parole che ascoltiamo … il problema, semmai, é “vedere” e “sentire” … per poi “agire di conseguenza”. Il cammino di questo tempo di Pasqua é ormai prossimo alla Pentecoste, al dono dello Spirito Santo: esso é centrale e determinante, perché occorre passare dalla “memoria”, dal “ricordo” di ciò che é stato, a ciò che sarà e non é ancora.

 

Nessun futuro sarà mai come “ieri”: per questo lo Spirito ci é necessario, indispensabile … ma chiede, anche a noi, di non guardare troppo indietro; anche noi spesso tentiamo di “trattenere” Gesù, di impedirgli di salire al Padre … ed anche a noi é chiesto di lasciarlo andare … e di accogliere la compagnia dello Spirito.

Lo Spirito abita la storia dell’uomo: e a noi é chiesto di accogliere la sua presenza, la sua forza e metterla alla base del nostro essere e del nostro operare. Per questo siamo uguali a tutti gli altri uomini, ma questa “origine” rende diverso tutto quello che facciamo. Da questa “sintonia” nasce un mondo “nuovo”: esso é invito e richiamo per ogni credente. Buona Pasqua!

Domenica VIª domenica di Pasqua – 24/25 maggio 
1.a lettura Atti degli apostoli 4, 8-14: “Sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d’Israele: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno”.
2.a lettura 1ª Corinzi 2, 12-18: Noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo ma lo Spirito di Dio.
Vangelo Giovanni 14, 25-29: “Lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto”.