Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Coltivare e custodire (3ª dopo Pentecoste)

Il cammino liturgico ci invita a comprendere il “disegno” di Dio, ad accoglierlo con serietà e impegno. La vita, infatti, si riceve e si trasmette … Occorre quindi riconoscere il senso delle cose … per “coltivare e custodire”!

Il peccato, di cui parlano le Scritture, non é semplicemente disobbedienza ad un comando ma é, soprattutto, affermazione di sé, rifiuto di relazione, evasione dalla realtà. Per questo é opportuno ripartire dalle Scritture e rileggere con attenzione, per comprendere il “disegno” … e farlo nostro.

Accettare di ricevere (e non di essere autonomi), riconoscere il proprio ruolo (coltivare e non creare), guardare al futuro (custodire e non consumare) sono passaggi che mentre svelano all’uomo il progetto di Dio, dall’altro mostrano, concretamente, che cos’é il “peccato” … che é esattamente l’opposto di questo atteggiamento ed é “morte” per l’uomo e il creato.

Il contrasto, a cui ci introduce la Scrittura, non é fatto per mettere in luce il peccato (che l’uomo conosce e sperimenta ogni giorno, nelle azioni e nelle scelte di tanti), ma per mostrarci, all’opposto il vero “disegno” a cui siamo chiamati a contribuire.

Un disegno fatto di doni che si ricevono e si trasmettono, di relazioni da custodire e approfondire, di attenzione all’altro, di futuro. Anche per questo abbiamo bisogno del progetto di Dio, che é “vita” per l’uomo e il creato!

Domenica 3ª domenica dopo Pentecoste – 28/29 giugno 
1.a lettura Genesi 2, 4b-17: Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse.
2.a lettura Romani 5, 12-17: Se per la caduta di uno solo la morte ha regnato a causa di quel solo uomo, molto di più quelli che ricevono l’abbondanza della grazia e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo del solo Gesù Cristo.
Vangelo Giovanni 3, 16-21: “Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna”.