Loading…

Festa della famiglia nella settimana dell'Educazione

Dal 26 gennaio al 17 febbraio 2019

Programma

Pellegrinaggio a Fatima

in aereo dal 28 aprile al 01 maggio 2019

Info

Ricomincianti

E se fosse arrivato il momento per rivedere o mettere in ordine una fede nascosta o ferma ?? - DAL 10 GENNAIO 2019

Info

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Buttare parole nel vento

“Sono parole al vento”, si dice quando manca concretezza nelle cose da fare. Però non è male che … ci siano parole nel vento! L’altra sera, partecipando ad una serata al Sacro Monte dove venivano proclamate espressioni tratte dal Diario di Etty Hillesum (personaggio già citato più volte nel nostro sito) ho fatto una semplice constatazione: nel vento quella sera sono volate delle belle e alte parole, che hanno portato energia buona nella atmosfera.Quante parole cattive ci sono e si dicono credendo che non facciano nulla. No,non è così!  Ogni parola brutta che viene pronunciata entra nell’aria che respiriamo e contribuisce ad avvelenare gli animi  e a creare una cappa irrespirabile, con la stessa  sensazione che si prova quando si entra in un ambiente chiuso da tempo. Ne sanno forse qualcosa le persone di Gaza e di Gerusalemme, quelle della Siria e del Sudan, quelle che volano sugli aerei e quelli che non si amano nelle case.

Ci sono quindi parole al vento … cattive, piene di durezza! Quando però parole, tipo quelle scritte dalla Etty e lette ad alta voce, entrano nell’atmosfera si ingenera uno scontro con l’altro tipo di parole, quelle cattive, e  avviene un po’ come l’incontro tra aria fredda e aria calda: lampi e tuoni. Con una piccola differenza rispetto a ciò che avviene nei fenomeni climatici: il buono brucia il cattivo, la corrente buona interrompe la forza della corrente cattiva, il male diventa “evanescente”.  Da quella volta in cui la parola dell’Amore divino, entrata negli inferi, ha ucciso il maligno. Una amica che ha dovuto riparare il suo computer, salvando prima tutti i documenti e i messaggi,  mi ha scritto di come abbia avuto la possibilità finalmente di fare un po’ di pulizia e così togliere, soprattutto dalle email, messaggi piene di male:  finalmente si è liberato tutto e ciò è entrato nell’aria. Ma, appunto nell’aria ci sono energie buone che molte persone hanno contribuito a lanciare in alto: ecco allora che quel male è stato completamente disintegrato!

Che lotta, però, esiste nel vento! Ma che bello riconoscere che tante  parole buone sono nel vento, pronte a  far scomparire l’enorme mole di frasi-pattume che vengono dette ogni giorno. Mi piacerebbe che tanti, con parole belle e buone,  contribuiscano ad allargare la forza di una atmosfera abitata dal Bene.

Don Norberto

Tagged under: