Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Testimonianze (Prima del martirio di Giovanni, il precursore)

Il “testimone” non é semplicemente colui che “é presente” e “vede”, ma, soprattutto, quello che non si sottrae a riportare ciò che “ha visto e udito” … perché ciò che “é vero” non può essere taciuto.

Diventa facile comprendere, allora, la “testimonianza” di tutti coloro che non si sottraggono alle difficoltà e si mantengono fedeli, talora anche a costo della vita, come ci riporta oggi il libro dei Maccabei e come ci riportano alcune cronache di questi giorni.

La figura di Giovanni, di cui ricordiamo il martirio venerdì prossimo, ci conferma come la testimonianza del credente debba fare i conti anche con i conflitti; e che la vita del credente si svolge in mezzo agli uomini e non fuori della storia.

La risposta di Gesù ai farisei (“Quello che è di Cesare rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio a Dio”) non é, infatti, un invito a “separare” ma a “distinguere”, a non ritagliarsi “aree di fuga” … dalla realtà, dalle difficoltà, dai conflitti, dalla responsabilità! come se l’essere credenti ci esonerasse dal vivere i conflitti del mondo o come se il mondo debba essere naturalmente ben disposto verso chi crede.

La figura di Giovanni (il “precursore”), la parola di Gesù, la testimonianza dei “molti che ricercavano la giustizia e il diritto” e i conflitti di questi giorni ci confermano la necessità di “abitare” la storia e “testimonìare” ciò che abbiamo “visto e udito”! E a pregare e operare, incessantemente, per la “pace”!

Domenica Domenica che precede il martirio di Giovanni, il precursore – 23/24 agosto 
1.a lettura 1° Maccabei 1, 10, 41-42 e 2, 29-38: Allora molti che ricercavano la giustizia e il diritto scesero nel deserto, per stabilirvisi con i loro figli, le loro mogli e il bestiame, perché si erano inaspriti i mali sopra di loro.
2.a lettura Efesini 6, 10-18: State saldi, dunque: attorno ai fianchi, la verità; indosso, la corazza della giustizia; i piedi, calzati e pronti a propagare il vangelo della pace.
Vangelo Marco 12, 13-17: Gesù disse loro: “Quello che è di Cesare, rendetelo a Cesare, e quello che è di Dio, a Dio”.