Loading…

Quaresima 2018

Clicca sul pulsante per scaricare il pieghevole con le indicazioni per la Quaresima.

Foglio Quaresima

Esercizi spirituali nella vita corrente

dal 26 febbraio al 2 marzo 2018 - ore 15.30 Morosolo - ore 20.45 Barasso

Info

VERSO IL SINODO DEI GIOVANI

Terra Santa - 18/19enni e giovani - 3-10 agosto 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Dopo la tre giorni: tre commenti (uno in dialetto!)

Quando non si vorrebbe tornare a casa… Sono stata invitata a prendere parte ad una tre giorni in montagna con la comunità pastorale S.Eusebio della quale faccio parte. Un’esperienza che non avrei mai pensato di vivere: spirituale, intensa ma allo stesso tempo leggera e a volte decisamente frizzante! Con un gruppo composto da persone di tutte le età e come dico io… variegato, é stato importante e piacevole potersi confrontare con le nostre diverse realtá… quelle che viviamo tutti i giorni, “la vita” non sempre scorrevole. Mi sento di consigliare a chiunque un’esperienza del genere, così ben riuscita, grazie soprattutto all’artefice dell’iniziativa, don Norberto, che con il sorriso e la chiara capacità di comunicare ci ha fatto vivere con gioia la parola di Dio. Grazie a tutti.

Giusy Colombo

 

MISSIONE IMPOSSIBILE: descrivere in sintesi le emozioni dei 2/3 giorni passati assieme è impossibile per suscitare la condivisione di chi c’era e, molto, molto difficile per attrarre la curiosità e l’interesse a esserci per chi non c’era. Però, amiamo le sfide e ci proviamo: se non ci riusciamo, peggio per voi che ci leggete!
Siamo a Casciago da vent’anni, ma non sono più di cinque che frequentiamo la Comunità: siamo foresti, ma non così “diversamente giovani” come afferma il Don. Da tre anni abbiamo iniziato questi week end di fine ferie e, anche quest’anno ci attendevamo un incontro basato sui … tremendi film del Don e le riflessioni (da pugno nello stomaco) di don Stefano: invece, le riflessioni ci sono state (autore il Don) e tutti noi siamo stati catapultati nel ruolo insolito di protagonisti di una canonica commedia dell’arte (nel più elevato significato del termine), in cui, sulla base di 3 paroline strategiche, dovevamo confrontarci ed esprimere (con recitazione assolutamente a soggetto) le nostre reazioni, le emozioni suscitate da questo “sagrato allargato”.
Molti (io, per primo) sono andati (forse) fuori tema, altri non hanno voluto o potuto (per naturale riservatezza) esprimersi compiutamente, ma … il sagrato l’abbiamo allargato, eccome! Quattro parrocchie (e relative rivalità di campanile) si sono scambiate le proprie sincere posizioni (di forza? facile!, di debolezza, molto più difficile, complimenti a tutti!), uscendo da tale esperienza più coesi e più convinti del nostro ruolo determinato da quelle tre semplici e magiche parole dettateci dal Don.
Non ci credete? Pensate siamo fanatici? Venite e provate!
Don, l’anno venturo (ovviamente, anche con don Stefano) ripeti l’esercizio: saremo sicuramente dei “protagonisti” più consapevoli, sinceri (sine cera) e aperti.

Luciano e Enrica (di comune accordo)

SOTA LA GRIGNA
Sota alla Grigna che la guardava in silenzi e l’eva cuntenta!
Sun andai insema alle quatter “comunità” ma sevi mia cunvinta.
Mai inveci in stai tri dì da vera “comunità”. Sem stai tuc insema e sem cunusù par quel che sem. Tuc a ghevan i so prublema e i so magagn, ma se me fai insema ma parevan menu amar. Ul Don Norberto al ma tegnù do o tre cunferenz che han fai riflett tuc, “mi particurarment”.
Me sunt sentiva insema a tanti amisi e a fai amicizia cunt tanti “comunitari”. Sunt propri cuntenta de ves naia!
In tuc brava gent e cunt tanta bona vuluntà e fed in dul Signur. Sa dan da fa par tuc i uccasionu.In simpatic e fan tantu  e tut in allegria e senza ricumpensa.
Mi, in dul me picul, cerchi da fa quel che podi ma se ul Signur al ma da una man, mi ma tiri mia indrè. L’è propri staia una bela esperienza.
En cantà! En pregà!, En amca ridù pa i “commenti” da don Norberto che in sempar giust. Insomma sunt turnava a ca cuntenta e col cor in pas e cunt tanti prupuniment pusitif.

Ta ringrazi Signur e dam ul to aiut par fa sempar la tua vuluntà.

(mi esprimo meglio in dialetto)
Gianna da Barass

Ndr. Non assicuriamo la perfezione nella scrittura dialettale…