Loading…

Preghiera per padre Maccalli

Mercoledì 26 settembre alle ore 20:45, preghiera per Padre Maccalli, nella cappella dell'oratorio di Casciago

Read more

Iniziamo... insieme!

Anno oratoriano 2018-2019 - Festa della Comunità dal 27 al 30 settembre 2018

Programma

Proiezione film: Maria Maddalena

Giovedì 27 settembre 2018 ore 21.00 - Oratorio di Casciago

Locandina

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Mandati (1ª dopo la dedicazione)

Ciò che contraddistingue i credenti e la Chiesa è la consapevolezza del nostro essere “segno” e “strumento” presso tutti gli uomini. Non solo perché crediamo in quello che facciamo ma soprattutto perché non possiamo tenere per noi ciò che abbiamo “visto” e “conosciuto” (ovvero l’amore di Dio che libera l’uomo).

Questa caratteristica forma l’identità del credente e della Chiesa, al punto che senza questa consapevolezza non possiamo neanche dirci “cristiani”: il “mandato”, che ognuno di noi riceve nel Battesimo, non é quello di “raccontare agli altri” ma di essere “testimoni” in mezzo a tutti!

Così ogni fatto della nostra vita dice agli altri qual’é la nostra “relazione” col Padre; come la viviamo noi e come vorremmo che fosse vissuta da tutti. Così il credente non é mai, ne può esserlo, un uomo “fuori” della storia, ma, al contrario, partecipe di tutte le vicende umane.

Questa dimensione della presenza dei credenti nel mondo sfugge spesso alla nostra consapevolezza; come se la vita dei credenti si esprimesse solo nella partecipazione alla Messa o alle celebrazioni …

Serve allora riprendere le testimonianze di Pietro e di Paolo e ricordare il “mandato” che abbiamo ricevuto nel Battesimo, quell’essere “in Cristo” che chi chiama ad essere “testimoni” del risorto; a “rendere a tutti ragione della speranza che é in noi”, “con fatti e con parole”!

Domenica 1ª dopo la dedicazione del duomo della Chiesa Ambrosiana – Il mandato missionario – 25/26 ottobre 
1.a lettura Atti degli apostoli 10, 34-48a: “In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenza di persone, ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga”.
2.a lettura 1ª Corinzi 1, 17b-23: Cristo mi ma mandato ad annunciare il Vangelo, non con sapienza di parola, perché non venga resa vana la croce di Cristo.
Vangelo Luca 24, 44-49a: Nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni.