Loading…

Novena di Natale 2018

Orari della Novena e foglio per la "Novena fai da te"

Info

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Un bagliore tra morte e vita

La morte e la vita sono così legate l’una all’altra che non capisco perchè siano state inventate due parole per esprimere quell’unico bagliore“.

Al funerale della mia madrina, c’era solo una manciata di persone; ma un “Ave Maria”, recitato all’improvviso da una anziana davanti alla fossa aperta, attirò subito nel cimiteri migliaia di angeli sognanti. Ogni nascita è naturale e ogni funerale sovrannaturale“. Siamo nell’ottava dei morti,settimana così detta a partire dal 2 novembre, ed ecco che mi vengono incontro due frasi di Christian Bobin, in uno dei libretti che contengono suoi pensieri. Autore che amo leggere e citare e che, nel mio piccolo, ho contribuito a far conoscere. In “Una biblioteca di nuvole” riporto queste parole, tra le diverse che accennano alla morte. Li colloco in questa rubrica perchè quel bagliore contagi anche noi.

E’ il bagliore pasquale che ritrovo nella “Discesa agli inferi”, così come viene detto nel Credo antico e che presto sarà rappresentata nel mosaico di padre Marko per il battistero.

Solo un amore divino poteva dare un bagliore alla tragedia della morte che vediamo nel funerale delle persone che amiamo o che ritroviamo nelle tragedie dove la violenza colpisce soprattutto tanti fratelli cristiani. Nella discesa nella morte di noi umani non si va il nulla o verso il vago ma verso le braccia aperte di Gesù crocifisso e ora risorto che sono anche lì, in quella realtà, la morte, che consideriamo all’opposto dei cieli divini.

Ecco! Il buio, il distacco, la separazione, il disfacimento non potranno fare nulla nei confronti di chi è stato immerso nel fonte battesimale e ha potuto aggrapparsi alla Vita. Certo si deve lottare contro il maligno che vorrebbe farci tornare indietro, in una morte senza Dio o in una vita senza l’amore: è il tempo che dobbiamo affrontare.

C’è una morte cristiana, un funerale cristiano, un cimitero cristiano che dovremmo comprendere sempre meglio. Sta tutto semplicemente nell’aggettivo …. “cristiano”.

don Norberto