Loading…

Iniziamo... insieme!

Anno oratoriano 2018-2019 - Festa della Comunità dal 27 al 30 settembre 2018

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina
  • 0
  • 1

Un “re” alternativo (Ultima domenica dell’anno)

L’anno liturgico ambrosiano si conclude nel segno del Signore Gesù Cristo, Signore della storia e “re” dell’universo: é una chiave di lettura importante, anche nell’uso di parole (“re”) che ribaltano le nostre convenzioni e ci mostrano un “regnare” che si fonda su criteri assolutamente nuovi.

Nessuno di noi si riconosce facilmente in un “re” che serve e rinuncia all’uso del potere e della forza … per affermare la verità! Così l’anno che si chiude richiama il credente al senso dell’incarnazione del Signore e al nostro modo di vivere nel mondo.

Rinoscere la “signoria” del Signore, confermarci l’un l’altro che Egli è il nostro punto di riferimento, non serve solo a ricordarci uno “stile di vita” poco praticato, ma ci sollecita a rivedere tante nostre consuetudini, per renderle più consone allo stile del Vangelo, che si é manifestato in Gesù Cristo.

Il Signore Gesù è “re” perché ha mostrato a tutti che “vince” chi “si offre”, chi “ascolta”, chi “si fa vicino”. Per questo dobbiamo essere disposti a cambiare ed ad entrare nella logica di un “re” alternativo; è una prospettiva ed una proposta che non può lasciarci insensibili.

Così l’anno liturgico si chiude nel segno del Risorto, “re” alternativo e “servo”, e ci introduce nel cammino di Dio che “viene ad abitare in mezzo a noi”. Il motivo di gioia (di cui ci parla l’apostolo Paolo) si fa doppio.

Domenica Ultima domenica dell’anno liturgico – Nostro Signore Gesù Cristo re dell’universo – 8/9 novembre 
1.a lettura 2 Samuele 7, 1-6, 8-9, 12-14a e 16-17: Così dice il Signore: “Forse tu mi costruirai una casa, perché io vi abiti?”.
2.a lettura Colossesi 1, 9b-14: Ringraziate con gioia il Padre che vi ha resi capaci di partecipare alla sorte dei santi nella luce.
Vangelo Giovanni 18, 33c-37: “Tu lo dici, io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque é dalla verità ascolta la mia voce”.