Loading…

Rosario di Maggio

Quarta settimana Morosolo - ore 20.45

Programma

Pellegrinaggio La Salette e Laus

17 e 18 giugno 2019 - iscrizioni in segreteria entro il 25 maggio

Programma

Oratorio Estivo 2019

dal 12 giugno al 12 luglio

Volantino

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Lo spirito delle cose

LA SEDIA DELLA TAVOLA
Quando dobbiamo allestire una tavola per un pranzo o una cena magari speciali, ne curiamo tutti i dettagli e, quando tutto sembra aver soddisfatto le nostre aspettative, ci concentriamo sull’ultimo “rito”: sì, perché, sembra sia proprio un rito. L’esatta sistemazione della sedia, del posto a tavola!! Non so per quale motivo ma, sembra che la scelta del posto a tavola, del chi debba stare seduto vicino a chi, ne determini quasi il successo o l’insuccesso dell’evento. Sembra che la  sedia  rappresenti la persona che ne prenderà posto.

“Quando venne l’ora prese posto a tavola e gli apostoli con lui …”.

Ed è proprio nel contare le sedie necessarie e nel pensare a chi siederà intorno a quel tavolo che ci accorgiamo della sedia “invisibile”: è quella sana malinconia che ci assale e quella stretta al cuore a parlarci. Può essere la sedia di chi è lontano per svariati motivi, o quella di chi non c’è più o di chi non ha mai potuto esserci o, semplicemente, di chi vorremmo accanto a noi, magari senza che tutti lo sappiano.
Ho messo “quella” sedia accanto alla mia e sono rimasta travolta dai sentimenti, mentre nel silenzio risuonavano le Sue parole che dicono Tutto:

“Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: “Vado a prepararvi un posto” ? Quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. E del luogo dove io vado, conoscete la via”.

Alessandra