Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Una strada sui libri

Quanti libri! Mentre vedo comparire la trentunesima “perla” che viene pubblicata sul sito, mi rendo conto della mole di lavoro che ci è stata offerta per suggerire un percorso nella vita spirituale attraverso gli scritti di uomini e donne che hanno fatto la strada dello Spirito. Chi ha percorso tale traccia assomiglia ai misteriosi uomini che nel tempo hanno segnato, spesso con il colore bianco e rosso, i sentieri delle nostre montagne. Come viene benedetto il loro lavoro quando si va su quei sentieri per la prima volta o quando ci si trova nella nebbia!

Il valore di libri sta nella grandezza di chi li ha scritti. Raccontano di una via che hanno percorso o stanno percorrendo, affinché non si sbagli o si riesca a camminare al di là di nebbie e difficoltà.  Non nasciamo già capaci, per stare nella vita spirituale abbiamo bisogno di uomini e donne di Dio, da cui attingere e imparare, sicuri così di stare sulla strada buona. Non c’entra se uno è contemporaneo o è vissuto nel sedicesimo secolo, perchè il percorso è lo stesso al di là del tempo. Possono solo variare le espressioni e le immagini, ma il contenuto è eterno.

Purtroppo non tutti i libri di carattere spirituale aiutano; bisogna allora farsi degli amici e delle amiche reali che, grazie alla loro amicizia, sanno fornire le dritte giuste. E allora, se qualcuno volesse aggiungere qualche propria indicazione, motivarla grazie al proprio cammino spirituale … bene venga.

Uno scrittore a me caro ricordo che “Gesù Cristo non aveva scritto niente, se non una volta, sulla sabbia: duemila anni dopo avere attraversato le sue labbra, la sua parola aveva mantenuto la sua freschezza” (Christian Bobin). Ma qui siamo alla sorgente della vita nello Spirito…

don Norberto

Tagged under: