Loading…

Rosario di Maggio

Quarta settimana Morosolo - ore 20.45

Programma

Pellegrinaggio La Salette e Laus

17 e 18 giugno 2019 - iscrizioni in segreteria entro il 25 maggio

Programma

Oratorio Estivo 2019

dal 12 giugno al 12 luglio

Volantino

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Nelle faccende di chiesa

Inizia la Quaresima. Un periodo di penitenza e molto intenso. Per una mamma che fa tanti spuntini fuori pasto e mangia tanto cioccolato … Pensare che mia nonna rispettava “il magro” tutti i venerdì dell’anno! Cerco di offrire questi giorni pensando ad alcune persone, anche della nostra comunità che stanno soffrendo, che mi hanno chiesto una preghiera.

Domenica prossima in comunione con il nostro Arcivescovo in Duomo anche noi ci ritroveremo per il rito dell’imposizione delle ceneri che richiamano la caducità della vita terrena.

A partire dalla seconda settimana di quaresima per quattro martedì sera, potremo seguire da casa, via radio o televisione, la via crucis del Cardinal Scola “Innalzato da terra attirerò tutti a me”. La crocifissione è un’estrema umiliazione eppure visivamente è un’elevazione.

La Diocesi ci chiede in questo periodo di dare particolare rilievo all’Eucarestia domenicale e alla stessa domenica, sentita come giorno speciale della fede, giorno del Signore risorto e del dono dello Spirito, vera Pasqua della settimana.  Fin da bambina la Messa domenicale rappresenta per me un appuntamento importante per iniziare con gioia la settimana. Lì incontro persone che con me condividono questo momento di fede, da lì porto a casa quella frase del Vangelo, quella Parola del Don che mi accompagnano nella settimana.

Domenica scorsa il Papa ha celebrato una Messa con i venti nuovi Cardinali e li ha invitati non solo ad “…accogliere e integrare, con coraggio evangelico quelli che bussano alla nostra porta, ma uscire, andare a cercare senza pregiudizi e senza paura i lontani..”. Li ha esortati a “…servire Gesù crocifisso in ogni persona emarginata, esclusa, che ha fame, che ha sete, che è in carcere, che è ammalata, che non ha lavoro…”. Sicuramente avremo modo in questi giorni di servire Gesù, andando nelle case di riposo, in ospedale, luoghi che caricano di angoscia, ma che donano tanta gioia.

Il Papa questa settimana ha parlato dei fratelli. L’esperienza di fratellanza nell’amore trinitario va ben oltre i legami di parentela. I più piccoli, i più deboli e i più poveri sono nostri fratelli e come tali dobbiamo amarli e trattarli.

Stefania