Loading…

Iniziamo... insieme!

Anno oratoriano 2018-2019 - Festa della Comunità dal 27 al 30 settembre 2018

Programma

Proiezione film: Maria Maddalena

Giovedì 27 settembre 2018 ore 21.00 - Oratorio di Casciago

Locandina

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina
  • 0
  • 1
  • 2

Rimanere fedeli é crescere (domenica di Abramo)

Stupisce non poco osservare come, nella Scrittura, la “fedeltà” non si esprima mai nel “fare come” quelli che ci hanno preceduto, ma nel “crescere” e “seguire il sentiero” di chi ha camminato prima di noi.

Occorre partire da qui per ribaltare il luogo comune che vede la “fedeltà” come il legame col passato, mentre essa è e parla del legame con il futuro; perchè si è fedeli quando si porta avanti ciò che si è cominciato, non quando si ripristina qualcosa che si faceva!

Il confronto con Abramo riguarda tutti: perchè tutti, come Abramo, desideremmo vedersi compiere i sogni e le aspettative … ma a noi non piace “lasciare” (tagliare i ponti con il passato) e “andare” (la dove il Signore ci guida) …

Sì, la “fedeltà” richiede discernimento e cambiamento, perché il Signore ci sta “davanti” e nel passato possiamo solo trovare i segni del suo passaggio; anche per questo la quaresima è cammino e ci sollecita a riprendere il sentiero di Abramo!

Così rimanere fedeli significa aprire strade nuove, fare un passo avanti, ridire la fede di sempre con lo stile di “oggi”, fare spazio al “sogno” di Dio che si è manifestato in Abramo: per questo Abramo è detto e rimane il “padre” dei credenti. Buon cammino!

Domenica Domenica di Abramo, terza di Quaresima – 7/8 marzo
1.a lettura Esodo 32, 7-13b: Ricordati di Abramo, di Isacco, di Israele, tuoi servi, ai quali hai giurato per te stesso e hai detto: “Renderò la vostra posterità numerosa come e stelle del cielo”.
2.a lettura 1ª Tessalonicesi 2, 20 – 3, 8: Ora, si, ci sentiamo rivivere, se rimanete saldi nel Signore.
Vangelo Giovanni 8, 31-59: “Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e fu pieno di gioia”.