Mandati ("in albis depositis", 2ª di Pasqua)
Loading…

Festa dell'Assunta 2018

dal 11 al 17 agosto 2018

Programma

Gita pellegrinaggio a Oropa

Venerdì 17 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Mandati ("in albis depositis", 2ª di Pasqua)

Si, la Pasqua di Gesù, fa di noi dei “mandati”, persone chiamate a vivere “come lui”. Questo passaggio non è facile e, come ogni cambiamento, richiede tempo, per essere compreso, accolto e fatto nostro.

Perché la Pasqua non è il ricordo di un fatto, pur importante, del passato, ma è la “via” di ogni credente: dice chi siamo e come cerchiamo di essere, dice che Gesù, il Cristo, è il nostro punto di riferimento (come ci ricordano Pietro e Paolo).

Si, la relazione che ci lega a Dio, attraverso Gesù, è talmente profonda, che fa di noi dei “mandati”, persone rivestite del suo stesso abito … ma che sono consapevoli della distanza, che non sempre sono convinte, che hanno bisogno di tempo (ad anche per questo, oggi, i “neofiti” non vestono più con la veste bianca ricevuta nella veglia pasquale).

Sì, siamo invitati ad assumere la nostra identità di “mandati” e ci viene data l’occasione di riflettere, come i discepoli, su quello che “è accaduto”, così da scegliere da che parte stare ed assumere, con libertà, il compito che ci è stato affidato: portare il nostro contributo per la salvezza del mondo.

Buona Pasqua.

Domenica Domenica “in albis depositis”, 2ª di Pasqua – 11/12 aprile
1.a lettura Atti degli apostoli 4, 8 – 24a: In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti, sotto il cielo, altro nome dato agli uomini, nel quale è stabilito che noi siamo salvati.
2.a lettura Colossesi 2, 8 – 15: Con lui sepolti nel battesimo, con lui siete anche risorti mediante la fede nella potenza di Dio, che lo ha risuscitato dai morti.
Vangelo Giovanni 20, 19 – 31: “Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi”.