Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Trasmettere (6ª di Pasqua)

In questo lungo giorno di Pasqua siamo invitati a riflettere su come il vivere “in Cristo” trasformi la vita del credente; la relazione con Dio é infatti da vivere, non da “osservare”!

Per questo si pone a tutti i credenti il problema della “testimonianza” e della “trasmissione” della fede; perché se la mia relazione con Dio è “viva” diventa visibile a tutti …

Eppure, anche se ne comprendiamo il senso e la finalità, dobbiamo riconoscere che la “trasmissione” della fede non ha funzionato molto bene, in questi ultimi decenni, e che sarebbe opportuno riflettere sui criteri che l’hanno guidata; troppo spesso dimentichiamo che ciò che si apprende (e facciamo nostro) non è, semplicemente, quello che “si dice”, “si sa” o “si vede” … perché si trasmette, innanzi tutto, quello che “si è”.

Diventa allora importante sottolineare il gesto che la “comunità cristiana” (il soggetto della trasmissione della fede) compie, oggi e domenica prossima, nell’accogliere i nostri figli, per la prima volta, attorno alla “tavola eucaristica”: è al tempo stesso immagine del futuro ed inserimento nella storia non più come osservatori ma “commensali”, “pane del cammino” e luogo fondamentale della “relazione” con Dio e i fratelli.

Così, mentre ci stringiamo intorno a loro, siamo invitati a riflettere su quello che siamo e riusciamo a trasmettere, per ripartire dalla testimonianza di Paolo e riscoprire la profondità della nostra relazione con Cristo.

Buona Pasqua.

Domenica 6ª domenica di Pasqua – 9/10 maggio
1.a lettura Atti degli apostoli 26, 1-23: Ma, con l’aiuto di Dio, fino a questo giorno, sto qui a testimoniare agli umili e ai grandi … che il Cristo avrebbe dovuto soffrire e che, primo fra i risorti da morte, avrebbe annunciato la luce al popolo e alle genti.
2.a lettura 1ª Corinzi 15, 3-11: A voi ho trasmesso, anzitutto, quello che anch’io ho ricevuto.
Vangelo Giovanni 15, 26 – 16, 4: “Lo Spirito della verità, che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio”.