Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Nelle faccende di chiesa

lenteLa nostra comunità pastorale ha dato inizio al nuovo Consiglio Pastorale, ha accompagnato tanti bambini durante le prime comunioni, si prepara per l’inizio dell’oratorio estivo e per la festa di Don Giuseppe. Tante mamme daranno il loro contributo, ognuno con le loro capacità e competenze.  Siamo in cammino, dalle parole del Cardinale “…per costruire la comunità bisogna rischiare, non scandalizzandoci delle fatiche, ma rendendo ragionevole il rischio, ossia facendo diventare più missionaria la comunità stessa”.Il Papa questa settimana all’udienza generale ha parlato della vocazione ad educare i figli perché crescano nella responsabilità di sé e degli altri: “Il rapporto tra genitori e figli deve essere di una saggezza, di un equilibrio tanto grande; voi genitori non esasperate i vostri figli, chiedendogli cose che non possono fare, i figli devono crescere senza scoraggiarsi, passo a passo. Alla base di tutto c’è l’amore, quello che Dio ci dona, che non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta”. Ho molto come mamma da imparare, quante volte noi mamme esasperiamo i nostri figli….

Il 18 maggio in Piazza Duomo si è inaugurata ufficialmente la partecipazione della chiesa a Expo Milano 2015.  Il Cardinal Scola ci ha offerto una preghiera “Tu che Signore hai sopportato l’ignoranza di chi ti ha portato alla croce, facci prendere parte a Te, perché impariamo a non vantarci, a non cercare il nostro interesse, ma a compiacerci della verità. Fame di bellezza, bontà e verità, di amare e di essere amati, non permettere che venga a tacere questa fame radicale. Signore, oggi come ieri, con Eucarestia, donaci il pane quotidiano, perché noi possiamo diventare cibo per i fratelli e per il mondo. Rendici testimoni per i giovani del bell’amore, ascoltatori di ogni grido di miseria, dei carcerati, degli esclusi, dei migranti”.

Settimana scorsa in San Pietro il Papa ha abbracciato un carcerato di Bollate. Questo carcerato ha detto di aver visto nel Papa il volto di Gesù, nei suoi occhi uno sguardo penetrante che gli ha trasmesso tanta gioia.

Stefania