Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

30 euro

puntina“Abbiamo voluto mandarti anche il nostro contributo per il battistero. E’ bellissimo il mosaico, e i tanti significati che porta dentro (anzi che fa uscire) lo rendono ancora più unico. Abbiamo voluto offrire anche i 30 € dei sassi neri, che ci sono piaciuti tanto. Abbandonati, dimenticati sotto i rovi, sporchi, e invece guarda che meraviglia hanno contribuito a creare”. Così scrive una coppia che ho sposato anni fa e che ora vive per lavoro a Parigi. Ragazzi dell’oratorio di Milano con cui ci si vede poche volte ma, quando ci si incontra, è come se ci fossimo incontrati il giorno prima. Non volevo ricordarli per l’offerta che hanno inviato dalla Francia, anche perché altri lo fanno in un modo semplice e commovente  attraverso piccoli contributi per completare la spesa del battistero. Il movimento delle offerte avviene man mano che si vede e si comprende la forza del messaggio impresso nelle pietre e nei marmi: in alcuni casi anche da parte di chi non era d’accordo sulla operazione. Ho voluto ricordare la mail di quegli amici per quel riferimento ai 30 euro. Il fatto che li abbiano offerti con quelle parole di accompagnamento (conosco bene anche le difficoltà nella fede da parte del marito) meritano di essere raccontate.

La storia del piccolo sasso nero colpisce sempre coloro che mi chiedono una spiegazione del mosaico e del battistero e noto che, senza volerlo, la storia è diventata una semplice parabola che si imprime nella mente e nel cuore, forse come le parabole che raccontava Gesù. Mi capita di vedere quel sasso nero, indicato da un segno rosso, e sorridere per come sia diventato strumento di evangelizzazione … anche nei confronti dei miei amici di Parigi! Forse si diventa strumenti di evangelizzazione proprio rimanendo nelle mani dell’artista divino, quello che ci prende e ci mette là dove possiamo comunicare la bellezza di stare fuori dalla bocca dello sheol!

don Norberto