Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Unità nella diversità (SS. Trinità)

Quanta bellezza nel guardare alla “Trinità” di Dio come “comunione” di “diversità”, soprattutto quando viviamo in un mondo che vede con sospetto ogni forma di comunione e a cui non piacciono le differenze.

Mettere insieme “comunione” e “diversità” non è cosa facile, ma è la strada su cui il Signore invita a cimentarsi ogni uomo: perchè occorre riconoscere la medesima destinazione (vivere “in comunione”) e mettere a disposizione l’uno dell’altro le nostre differenze … perchè il suo progetto “si compia”!

La “relazione”, infatti, non è solo necessaria alla vita dell’uomo ma è parte costitutiva della natura di Dio, che è appunto “uno e trino”. Occorre quindi guardare con più attenzione a questo “mistero” (=”cosa certa, sicura”, di cui non arriviamo a comprendere e descrivere tutto) che ci offre chiavi di lettura molto concrete per vivere.

Se la “comunione” è nella natura di Dio, anche noi siamo chiamati a fare comunione; se la diversità arricchisce l’amore di Dio, anche noi possiamo trarre beneficio dalle differenze, quando ci riconosciamo parte del medesimo “corpo”.

Così la festa della Trinità, mentre apre il tempo dopo la Pentecoste, illumina la strada dei credenti e ci fa desiderare un mondo in cui ognuno porta il suo contributo alla comunione: con Dio, con i fratelli, con tutti.

Domenica 1ª domenica dopo Pentecoste, Santissima Trinità – 30/31 maggio
1.a lettura Esodo 33, 18-23 e 34, 5-7a: “Il Signore, il Signore. Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà, che conserva il suo amore per molte generazioni”.
2.a lettura Romani 8, 1-9b: Voi però non siete sotto il dominio della carne, ma dello Spirito, dal momento che lo Spirito di Dio abita in voi.
Vangelo Giovanni 15, 24-27: Quando verrà il Paraclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi darete testimonianza, perché siete con me fin dal principio.