Loading…

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2

Il progetto: la comunione (3ª dopo Pentecoste)

Che la “comunione” faccia parte fin dall’inizio del progetto di Dio non solo ci dice di Lui, ma ci rivela il senso profondo del nostro essere uomini.

Perché la diversità dell’uomo e della donna non alimentano, nel progetto di Dio, le differenze, ma la ricerca della “comunione”. Ri-guardare, oggi, questo progetto non solo ci svela la sua bellezza (“un aiuto che gli corrisponda”) ma anche la distanza che sperimentiamo, l’appiattimento a cui ci siamo assuefatti (“per la durezza del vostro cuore”).

Stupisce poi non poco il luogo comune secondo cui la “comunione” nasce dall’uguaglianza o dalla unità … mentre qui nasce dalla diversità! E’ infatti determinante il “cammino” che comporta ogni progetto, compreso quello di Dio, ed ogni obiettivo, compresa la “comunione”  … che ha bisogno di identità diverse.

La “comunione”, infatti, non è uno stato, un momento o una compagnia: Paolo la esprime con la parola “mistero” (“lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa”), perché la coppia, nella sua visione, è il luogo concreto in cui si manifesta la “comunione” in relazione a Dio.

Siamo così invitati a rispolverare il progetto di Dio e a cercare la “comunione” nelle nostre relazioni: perché la storia non dipende solo dal punto da cui si parte, ma, soprattutto, da quella che riteniamo essere la sua destinazione. E non è cosa da poco!

Domenica 3ª domenica dopo Pentecoste – 13/14 giugno
1.a lettura Genesi 2, 18-25: “Non è bene che l’uomo sia solo: voglio fargli un aiuto che gli corrisponda”.
2.a lettura Efesini 5, 21-33: Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne. Questo mistero è grande: io lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa!
Vangelo Marco 10, 1-12: “Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione “li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola”.