Loading…

Incontro con Padre Alsabagh

Parrocchia di Masnago - 25 giugno 2018

locandina

Festa patronale di Luvinate

dal 25 giugno al 2 luglio 2018

Programma

MONTE TRE CROCI

Pellegrinaggio e S. Messa - Sabato 30 giugno - partenza ore 8.00

locandina

Siamo nati e non moriremo mai più

Spettacolo - 27 giugno 2018 - h. 21:00 - Chiesa di Luvinate

locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Il progetto: stare in mezzo (4ª dopo Pentecoste)

Che la vita dell’uomo non sia fatta solo di fatti belli e desiderabili non è una novita: ma è sempre necessario fare i conti con la realtà, e non con le le idee che ci facciamo a suo riguardo, per decidere cosa fare.

Così la Scrittura non tace, fin dall’inizio, che al progetto di Dio si oppongono in molti, più o meno consapevolmente: e che sono le nostre azioni a rivelare da che parte stiamo. Così se da un lato al credente è chiesto di “stare con il Signore” ed essere in comunione con Lui, dall’altro gli è chiesto di “vedere” e stare in mezzo agli altri uomini con la consapevolezza di dover essere “alternativi”.

Non ci sono dubbi che l’invito del Signore alla vita e alla comunione con Lui sono rivolti a tutti: ma dobbiamo riconoscere che questo modo di intendere la vita e la comunione non sempre interessano … ed allora occorre far emergere le differenze, le motivazioni.

Si, al credente non è chiesto solo di prendere le distanze dal peccato ma anche di “stare in mezzo”, di intercedere e costruire, comunque, la strada verso il regno. Non si tratta di andarsene per proprio conto, ma di portare avanti il cammino “stando nel mezzo”, di essere “sacerdoti”, proprio come Gesù, “re”, “sacerdote” e “profeta”.

E’ con questo spirito che accogliamo don Giuseppe, che il Vescovo ha ordinato “prete” ed inviato alla nostra comunità pastorale per sostenerne il cammnino, per “stare in mezzo” a tutti come segno del Signore.

Domenica 4ª domenica dopo Pentecoste – 20/21 giugno
1.a lettura Genesi 18, 17-21; 19, 1 12-13 15 23-29: “Devo io tenere nascosto ad Abramo quello che sto per fare, mentre Abramo dovrà diventare una nazione grande e potente e in lui si diranno benedette tutte le nazioni della terra?”
2.a lettura 1ª Corinzi 6, 9-12: Non illudetevi: nè immorali, nè idolatri, nè adulteri, nè depravati, nè sodomiti, nè ladri, nè avari, nè ubriaconi, nè calunniatori, nè rapinatori erediteranno il regno di Dio.
Vangelo Matteo 22, 1-14: “Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire”.