Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il progetto: stare in mezzo (4ª dopo Pentecoste)

Che la vita dell’uomo non sia fatta solo di fatti belli e desiderabili non è una novita: ma è sempre necessario fare i conti con la realtà, e non con le le idee che ci facciamo a suo riguardo, per decidere cosa fare.

Così la Scrittura non tace, fin dall’inizio, che al progetto di Dio si oppongono in molti, più o meno consapevolmente: e che sono le nostre azioni a rivelare da che parte stiamo. Così se da un lato al credente è chiesto di “stare con il Signore” ed essere in comunione con Lui, dall’altro gli è chiesto di “vedere” e stare in mezzo agli altri uomini con la consapevolezza di dover essere “alternativi”.

Non ci sono dubbi che l’invito del Signore alla vita e alla comunione con Lui sono rivolti a tutti: ma dobbiamo riconoscere che questo modo di intendere la vita e la comunione non sempre interessano … ed allora occorre far emergere le differenze, le motivazioni.

Si, al credente non è chiesto solo di prendere le distanze dal peccato ma anche di “stare in mezzo”, di intercedere e costruire, comunque, la strada verso il regno. Non si tratta di andarsene per proprio conto, ma di portare avanti il cammino “stando nel mezzo”, di essere “sacerdoti”, proprio come Gesù, “re”, “sacerdote” e “profeta”.

E’ con questo spirito che accogliamo don Giuseppe, che il Vescovo ha ordinato “prete” ed inviato alla nostra comunità pastorale per sostenerne il cammnino, per “stare in mezzo” a tutti come segno del Signore.

Domenica 4ª domenica dopo Pentecoste – 20/21 giugno
1.a lettura Genesi 18, 17-21; 19, 1 12-13 15 23-29: “Devo io tenere nascosto ad Abramo quello che sto per fare, mentre Abramo dovrà diventare una nazione grande e potente e in lui si diranno benedette tutte le nazioni della terra?”
2.a lettura 1ª Corinzi 6, 9-12: Non illudetevi: nè immorali, nè idolatri, nè adulteri, nè depravati, nè sodomiti, nè ladri, nè avari, nè ubriaconi, nè calunniatori, nè rapinatori erediteranno il regno di Dio.
Vangelo Matteo 22, 1-14: “Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire”.