Loading…

Novena di Natale 2018

Orari della Novena e foglio per la "Novena fai da te"

Info

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Lo spirito delle cose

stirareFARSI STIRARE
Quando si passa un ferro caldo sui panni stropicciati è bello vedere come il calore riesca a lisciare il tessuto, a eliminare ogni piccola piega e a renderlo uniforme. Quando la calda mano di Dio  sfiora i cuori e le anime di uomini e donne, quella mano amorevole e protettiva del Padre che accarezza, allora, il Suo passaggio lascia il segno.E’ un segno che si riflette sui loro volti perché,  anche se portano le pieghe del tempo, della stanchezza o della sofferenza, sembra che non abbiano età. Traspare dalla luce dei loro occhi e dai loro discreti sorrisi sinceri o dalle loro parole dettate dallo Spirito e dalle loro presenze che riempiono la chiesa quando scivolano silenziosamente tra le panche: ci si accorge della loro presenza soltanto dalla loro assenza.

Un grande cesto ricco di panni creati con  tessuti e disegni diversi che una Mano sceglie per immergerli nell’acqua e lavarne via le macchie seguita da una calda carezza che li libererà dalle brutte pieghe. Forse, se riuscissimo a vedere la vita come la parabola dei panni sporchi, riusciremmo a proteggere la nostra veste bianca che il Signore ci ha fatto indossare, più di quanto non lo facciamo con il più prezioso abito che abbiamo nell’armadio.

“Dopo questo, disse: ‘Tutti e due erano nudi , ma non ne provavano vergogna’. Se dunque non si vergognavano non era perché non sapessero che cosa fosse il pudore … E’ a causa della gloria della quale erano avvolti che non provavano vergogna. Quando essa fu loro tolta, dopo la violazione del comandamento, si vergognarono, perché furono spogliati, ed entrambi corsero alle foglie per coprire non tanto i loro corpi, ma le loro membra vergognose” (Efrem il Siro).

Il battesimo è il luogo in cui Cristo ha deposto la sua veste di gloria perché Adamo se ne possa rivestire, lui che ne era stato spogliato dal serpente. Così nel battesimo sono inghiottiti gli abiti della nudità, divenuti veste dell’uomo decaduto (Rupnik).

Cristo venne al battesimo, Egli scese e mise nell’acqua battesimale la veste di gloria, perché fosse lì per Adamo che l’aveva perduta” (Giacomo di Sarug).

Alessandra