Loading…

Avvento 2018

Proposte per l'Avvento 2018

Programma

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Nelle faccende di chiesa

lenteLe festa di Luvinate ci ha accompagnati la scorsa settimana molto calda, l’incontro con tante famiglie della nostra comunità anche durante la spaghettata sotto il tiglio o alla cena al Parco del Sorriso ci hanno permesso di approfondire e ampliare conoscenze. Durante l’anno risulta più difficoltoso, la corsa tra impegni scolastici e lavorativi non ce lo consente!!! Bellissimo l’incontro con Don Marco a circa un anno di distanza dalla sua partenza, ancora un grande ringraziamento per lui!Ho terminato una prima lettura dell’enciclica di Papa Francesco e noto sempre una grande vicinanza ai poveri e una esortazione ad aiutarli e rispettarli “…la terra è essenzialmente una eredità comune i cui frutti devono andare a beneficio di tutti. Dio ha dato la terra a tutto il genere umano, perché essa sostenti tutti i suoi membri, senza escludere né privilegiare nessuno. Il ricco e il povero hanno uguale dignità, perché il Signore ha creato l’uno e l’altro, egli ha creato il piccolo e il grande e fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni”.

Il saluto del Papa all’arrivo in Ecuador  ha invitato a non perdere mai la capacità di rendere grazie a Dio per quello che ha fatto e fa per voi, la capacità di difendere il piccolo e il semplice, di avere cura dei vostri bambini e dei vostri anziani, di avere fiducia nella gioventù, e di provare meraviglia per la nobiltà della vostra gente e la bellezza singolare del vostro paese. Ieri nell’omelia il Santo Padre nella piazza del Bicentenario ha immaginato il grido di Gesù nell’ultima cena insieme al grido di indipendenza dell’America Ispanofona, grido nato dalla coscienza della mancanza di libertà. “…Vorrei che queste due grida concordassero nel segno della bella sfida dell’evangelizzazione. L’evangelizzazione non consiste nel fare proselitismo, ma nell’attrarre con la nostra testimonianza i lontani, nell’avvicinarsi umilmente a quelli che si sentono lontani da Dio e dalla chiesa, avvicinarsi a quelli che si sentono giudicati e condannati a priori da quelli che si sentono perfetti e puri, il Signore chiama anche te ad essere parte del suo popolo e lo fa con grande rispetto e amore, sta alla porta, non fa saltare la serratura, suona il campanello, bussa dolcemente e aspetta. Questo è il nostro Dio”.

Stefania