Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Il progetto: consapevoli e determinati (12ª dopo Pentecoste)

Che vivere da cristiani richieda consapevolezza e determinazione a volte ci sfugge: perché non vediamo motivi di “contrasto” o di “opposizione” … e tante differenze fra gli uomini e fra gli stessi credenti, anche quando le riconosciamo, ci sembrano secondarie.

La liturgia di questa domenica, mentre si avvicina la festa del martirio di Giovanni (29 agosto), ci invita, allora, a non essere superficiali e ad essere conseguenti: perché, nonostante le apparenze, si può anche agire “contro” la parola del Signore (“non mi avete ascoltato e mi avete provocato con l’opera delle vostre mani”) e si può disattendere la scelta di Dio (“essi sono amati”, “i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili”) …

Per questo diventa fondamentale il criterio che Gesù ci consegna, affidandoci la sua missione: “Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. Se quella casa ne è degna, la vostra pace scenda su di essa, ma se non ne è degna, la vostra pace ritorni a voi”. Esso domanda iniziativa, coraggio e libertà; così da distinguere fra chi è degno (perchè “piccolo” e “in cammino”) e chi non lo è (perché “presuntuoso” e “obbediente”) … ed andare avanti, “strada facendo”!

Così il Signore ci sollecita e ci rassicura: non c’è da temere! Egli è fedele e ci sostiene sempre nel cammino, al punto da non aver motivo di preoccuparci: “gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.

Domenica 12ª domenica dopo Pentecoste – 15/16 agosto
1.a lettura Geremia 25, 1-13: “Ma voi non mi avete ascoltato – oracolo del Signore – e mi avete provocato con l’opera delle vostre mani per vostra disgrazia”.
2.a lettura Romani 11, 1-15: Ma quanto alla scelta di Dio, essi sono amati, a causa dei padri, infatti i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili!
Vangelo Matteo 21, 33-46: Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. Se quella casa ne è degna, la vostra pace scenda su di essa, ma se non ne è degna, la vostra pace ritorni a voi.