Loading…

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2

Il progetto: "profeti" (Prima del martirio di Giovanni)

Che il popolo di Dio sia e sia chiamato ad essere popolo “regale”, “sacerdotale” e “profetico” forse lo sappiamo. La ricchezza e il significato di questa espressione sono ben evidenziati dalla liturgia di questa domenica, che precede la festa del martirio di Giovanni (29 agosto).

Il “profeta”, però, non è semplicemente un uomo “che parla a nome di Dio”: è, invece, un uomo che vive “in relazione” con Dio e ne diventa “segno e testimone” presso gli altri uomini. Così è stato Giovanni, così i fratelli Maccabei e la loro mamma, così Paolo …Siamo spesso tentati di pensare che la “profezia”, che è in primo luogo testimonianza, sia compito di alcuni; invece è richiesta a tutti, perchè la vita di ogni credente deve “indicare la strada giusta”, come fa il profeta.

I giorni che viviamo chiedono ai credenti di riscoprirsi consapevoli della missione profetica che il Signore ci affida: chi si impegnerà al nostro posto, se noi per primi non ci impegniamo?

Ci sia di sostegno e di conforto l’invito a non avere paura: perché il Signore sostiene chi lo accoglie e lo riconosce … e non è più possibile tacere! Essere “profeti” non è infatti un compito, ma una conseguenza: “caritas Christi urget nos” (la carità di Cristo ci spinge)!

Domenica Domenica che precede il martirio di Giovanni – 22/23 agosto
1.a lettura 2º Maccabei 7, 1-2 e 20-41: Uno di loro, facendosi interprete di tutti, disse: “Che cosa cerchi o vuoi sapere da noi? Siamo pronti a morire piuttosto che trasgredire le leggi dei padri”.
2.a lettura 2ª Corinzi 4, 7-14: Animati tuttavia da quello stesso spirito di fede di cui sta scritto: “Ho creduto, perciò ho parlato”, anche noi crediamo e perciò parliamo.
Vangelo Matteo 10, 28-42: Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli.