Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Invisibili e sapienti (7ª dopo il martirio di Giovanni)

Riconoscere le virtù di chi è “invisibile” in una stagione della storia in cui tutti cercano “visibilità”, non è cosa da poco. E se poi è proprio il Signore Gesù a farci riflettere sullo stile dell’uomo che predilige, allora occorre prestare attenzione.

Perchè ad un mondo che “scalpita” e ricorre alla “violenza” per “fare pulizia” occorre ricordare che non si costruisce niente, quando si inizia col distruggere … e che il frutto si vede solo al momento del raccolto! Per questo occorre “pazienza”, “saggezza” e “passione”, come ci rivela “il lievito che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata” …

La predilezione del Signore non è semplicemente per chi svolge il suo compito senza farsi vedere, ma soprattutto per coloro che “portano avanti” con saggezza e competenza il compito loro affidato, perché “sanno” che quella è la strada che “da frutto”, anche se non è visibile, anche se non viene capita o compresa o intuita.

Che il “regno di Dio” richieda pazienza e attesa sembra facile da capire: ma la “pazienza” di cui si parla non è quella di chi non sa cosa sta facendo e dove sta andando … ed aspetta tempi migliori! Questa non è attesa, ma illusione! Occorre invece sapere dove stiamo andando e dove stiamo costruendo il nostro futuro, perchè, se si costruisce su Cristo (ci ricorda Paolo), “l’opera di ciascuno sarà ben visibile”. Questa è “pazienza”! Ed è con queste persone che il Signore costruisce il “suo regno”!

Il cammino liturgico ci aiuta a discernire e a comprendere il progetto di Dio ed anche a stimare e riconoscere quanti, in mezzo a noi, sono stati sapienti, anche se invisibili: anche a loro il nostro “grazie” e il nostro incoraggiamento (unito a tutti quelli che hanno vissuto in mezzo alla zizzania e si sono rivelati “grano buono”. “figli della luce”!). Un caro saluto a suor Beniamina e suor Eleonora, testimoni invisibili e sagge!

Domenica 7ª domenica dopo il martirio di Giovanni – 10/11 ottobre
1.a lettura Isaia 43, 10-21: “Non ricordate più le cose passate, non pensate più alle cose antiche! Ecco, io faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia, non ve ne accorgete?
2.a lettura 1ª Corinzi 3, 6-13: Ma ciascuno stia attento a come costruisce. Infatti nessuno può porre un fondamento diverso da quello che già vi si trova, che è Gesù Cristo.
Vangelo Matteo 12, 24-43: Il regno dei cieli è simile al lievito che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata.