Loading…

Quaresima 2020

In questo tempo particolare, vogliamo aiutarci a custodire un clima comunitario anche se non ci si può incontrare come comunità. In allegato alcuni spunti per vivere la Quaresima. la pagina sarà aggiornata ogni sabato

Spunti

In cammino con l'amico Gesù

In questi giorni un po’ strani, senza scuola, senza attività sportive, senza la possibilità di trovarsi e stare insieme, i bambini possono vivere la Quaresima e avvicinarsi alla Pasqua attraverso alcune attività e alcune brevi letture

Insieme verso la Pasqua

Consiglio Pastorale e Consiglio Affari Economici

Composizione dei nuovi Consigli per il mandato 2019-2023

Le persone
  • 0
  • 1
  • 2

Vicini (2ª dopo la dedicazione del duomo, chiesa madre)

Allargare lo sguardo e riconoscere nella differenza (di popolo, di lingua, di tradizione, di Chiesa) una occasione e un valore, non è facile. A parole tutti siamo pronti e disponibili … ma preferiamo essere tutti uguali, allineati e coperti.

La liturgia ambrosiana di questa domenica ci offre così l’occasione di riflettere sulla dimensione universale della chiamata di Dio, che rende tutti “vicini”, ma non “uguali”! E quindi “vicini” anche se “differenti”, “stranieri” e “poveri”. Diventa così bello lodare il Signore in questo giorno proprio mentre le Chiese di rito romano celebrano la solennità dei “santi”, ovvero dei “differenti”!

E’ mirabile l’opera della salvezza ed è il Signore che guida i nostri passi: per questo le differenze sono una occasione e un valore: ci danno modo di fare spazio all’essenziale, di ritrovarci attorno a ciò che ci riunisce e ci contraddistingue, di “ridere” delle nostre divisioni.

Così è bello notare che al centro rimane la fedeltà all’alleanza, lo stare con gioia nella casa di preghiera e l’invito al banchetto, sul “monte santo”: per questo l’invito di Dio riguarda tutta l’umanità; ed è questa la memoria che facciamo domani, 2 novembre, commemorando i defunti, coloro che ci hanno preceduti nell’essere “vicini” e familiari di Dio.

Domenica 2ª domenica dopo la dedicazione del duomo – La partecipazione delle genti alla salvezza – 31 ottobre/1 novembre
1.a lettura Isaia 56, 3-7: «Non dica lo straniero che ha aderito al Signore: “Certo, mi escluderà il Signore dal suo popolo”».
2.a lettura Efesini 2, 11-22: Ora invece, in Cristo Gesù, voi che un tempo eravate lontani, siete diventati vicini, grazie al sangue di Cristo.
Vangelo Luca 14, 1a e 15-24: Uno dei commensali gli disse: “Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!”. Gli rispose: “Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti”.