Loading…

Festa di Sant'Eusebio 2018

31 luglio - 1 agosto 2018

Info

Orario estivo S. Messe

Orario estivo S. Messe festive da domenica 21 luglio 2018

Info

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

Vicini (2ª dopo la dedicazione del duomo, chiesa madre)

Allargare lo sguardo e riconoscere nella differenza (di popolo, di lingua, di tradizione, di Chiesa) una occasione e un valore, non è facile. A parole tutti siamo pronti e disponibili … ma preferiamo essere tutti uguali, allineati e coperti.

La liturgia ambrosiana di questa domenica ci offre così l’occasione di riflettere sulla dimensione universale della chiamata di Dio, che rende tutti “vicini”, ma non “uguali”! E quindi “vicini” anche se “differenti”, “stranieri” e “poveri”. Diventa così bello lodare il Signore in questo giorno proprio mentre le Chiese di rito romano celebrano la solennità dei “santi”, ovvero dei “differenti”!

E’ mirabile l’opera della salvezza ed è il Signore che guida i nostri passi: per questo le differenze sono una occasione e un valore: ci danno modo di fare spazio all’essenziale, di ritrovarci attorno a ciò che ci riunisce e ci contraddistingue, di “ridere” delle nostre divisioni.

Così è bello notare che al centro rimane la fedeltà all’alleanza, lo stare con gioia nella casa di preghiera e l’invito al banchetto, sul “monte santo”: per questo l’invito di Dio riguarda tutta l’umanità; ed è questa la memoria che facciamo domani, 2 novembre, commemorando i defunti, coloro che ci hanno preceduti nell’essere “vicini” e familiari di Dio.

Domenica 2ª domenica dopo la dedicazione del duomo – La partecipazione delle genti alla salvezza – 31 ottobre/1 novembre
1.a lettura Isaia 56, 3-7: «Non dica lo straniero che ha aderito al Signore: “Certo, mi escluderà il Signore dal suo popolo”».
2.a lettura Efesini 2, 11-22: Ora invece, in Cristo Gesù, voi che un tempo eravate lontani, siete diventati vicini, grazie al sangue di Cristo.
Vangelo Luca 14, 1a e 15-24: Uno dei commensali gli disse: “Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!”. Gli rispose: “Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti”.