Loading…

Barasso per San Nicone

Lunedì 22 aprile 2019 - Pellegrinaggio a piedi a San Nicone a Besozzo

Informazioni

Oratorio Estivo 2019

dal 12 giugno al 12 luglio

Volantino

Gita pellegrinaggio a Chiampo e Schio

giovedì 25 aprile 2019

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3

Uniti (Nostro Signor Gesù Cristo, re dell’universo)

La relazione di Dio con i credenti, quando se ne ha consapevolezza, è talmente profonda da poter far fronte a tutto, così da poter essere un “vanto” davanti a tutti gli uomini: diventa così affermazione di un regno, di un modo di vivere e di essere che non ha eguali.

Così la Chiesa ambrosiana, a conclusione del proprio anno liturgico, non può evitare di riflettere sulla storia e sulla relazione che ci unisce a Dio, e fa di noi “un regno” di sacerdoti (=di intermediari), di re (=signori, nonostante le apparenze) e di profeti (=testimoni nel mondo della visione di Dio sull’umanità).

Lo sguardo sull’anno trascorso si fa memoria della “signoria” del Signore, di cui riconosciamo il primato: a Lui onore e gloria nei secoli! E si allarga a noi, a tutti i credenti, che il Signore ha riunito intorno a se, perchè fossimo segno e strumento della sua gloria; e infine a tutti gli uomini, che Dio “ama”!

La scena del “regno” invita tutti ad una visione unica della storia e del mondo, senza divisioni e distanze: può essere un “sogno”, ma anche il “segno” di una comunione senza confini, che ci aiuta a chiudere un anno e a “ripartire” da capo … seguendo le sue orme e i suoi “segni”.

Domenica Ultima domenica dell’anno liturgico – Nostro Signor Gesù Cristo, re dell’universo – 7/8 novembre
1.a lettura Isaia 49, 1-7: “Il Signore dal seno materno mi ha chiamato, fino dal grembo di mia madre ha pronunciato il mio nome”.
2.a lettura Filippesi 2, 5-11: Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù.
Vangelo Luca 23, 36-43: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno”. Gli rispose: “In verità ti dico: oggi con me sarai nel paradiso”.