Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Fedeli defunti

Orari e programma delle celebrazioni e delle funzioni

Programma

Calendario mensile

Calendario delle proposte del mese di ottobre 2018

Vai al calendario

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

PERCORSO FIDANZATI 2018 - 2019

PRIMO INCONTRO SABATO 13 ottobre ore 21.00 Parrocchia di Casciago

Locandina

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Un "evangelo" da testimoniare e annunciare (Giovanni evangelista, nell'ottava di Natale)

La “testimonianza” e l’ “evangelizzazione” sono caratteristiche irrinunciabili dei credenti: per questo la liturgia nei giorni subito dopo la memoria della nascita di Gesù sposta subito la nostra attenzione su Stefano, martire, e su Giovanni, apostolo e evangelista, per sottolineare che “oggi” Dio viene ad abitare in mezzo a noi attraverso tutti quelli che gli danno testimonianza ed evangelizzano.

Accogliere, infatti, non è “guardare” o “stare a vedere” ma essere coinvolti,  comprendere che anche noi possiamo scegliere il progetto di Dio e farlo nostro, mettendo a sua disposizione le nostre capacità.

Il “ruolo” e il “compito” di ogni credente non sono mai definiti prima: sono un cammino che inizia con il battesimo e che richiedono poi solo ascolto e disponibilità, così da diventare “segno” e “strumento” dell’amore di Dio agli uomini, come le vicende di Stefano, di Giovanni e dei santi “innocenti” ci ricordano in questi giorni.

Con l’incarnazione di Gesù ci viene ricordata, infatti la sua “missione” … che ora è la nostra! Così siamo invitati a seguire i passaggi della sua vita, dall’imposizione del “nome” (Gesù = Dio è salvezza), alla circoncisione (noi siamo proprietà di Dio) e all’incontro con i magi (Epifania = manifestazione).

La liturgia ambrosiana, con la sua tradizione, ci invita a riflettere su fatti, segni e scelte molto precise: riflettiamo su queste e troveranno nuova luce anche temi importanti che sono solo conseguenti, come la pace e la famiglia (nella tradizione romana).

La bella testimonianza di Giovanni, apostolo ed evangelista, susciti in noi anche l’amore alla “parola”: essa è guida ai nostri passi e luce nel cammino, ma ha bisogno di un popolo che l’accolga e la “mangi”, come siamo invitati a fare “nel giorno del Signore”!

Domenica San Giovanni apostolo ed evangelista – 3° giorno dell’ottava di Natale – 27 dicembre
1.a lettura 1.a Giovanni 1, 1-10: Quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi.
2.a lettura Romani 10, 8c-15: Come sta scritto: “Quanto sono belli i piedi di coloro che recano un lieto annuncio di bene!”.
Vangelo Giovanni 21, 19c-24: Questo è il discepolo che testimonia queste cose e le ha scritte, e noi sappiamo che la sua testimonianza è vera.