Loading…

Rosario di Maggio

Recita del S. Rosario - ore 20.45

Terza settimana Morosolo

CHIUSURA MESE DI MAGGIO

CAMMINO serale AL SACRO MONTE con i “giovani” - venerdì 25 maggio

Programma

Festa del Corpus Domini 2018

30 e 31 maggio 2018

Programma

Pellegrinaggio Sotto il Monte e Madonna del Bosco

Presenza delle reliquie di San Giovanni XXIII (Papa Giovanni) nel suo paese natale - 6 giugno 2018

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2017-2018

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Gesù è la porta (Epifania del Signore)

Il gesto che compiono i “magi” (che non sono “re”, come spesso si sente dire, ma solo “magi”) ci ricorda il gesto di passare per la “porta”, a cui ci ha invitato il papa in questo “santo” anno: riconoscere che Gesù è la “porta”, la “via” che conduce alla salvezza.

I segni di oro, incenso e mirra ci ricordano certamente che Gesù è re, sacerdote e uomo mortale; ma esprimono, soprattutto, che Egli è il riferimento e la porta di tutti coloro che confidano in “tempi nuovi” e scrutano i segni all’intorno (la “stella” vista e seguita dai magi).

Questa grande festa, che diventa manifestazione a tutti gli uomini della presenza di Dio “in mezzo a noi”, si fa così “porta aperta a tutti”, via che conduce al Padre; è bello osservare che le difficoltà non mancano ma la “guida” dei magi riesce ad arrivare a Betlemme, dove “re” e “capi” decidono di non andare … Si, la via tracciata dal Signore, ci chiede di riconoscere in Gesù il “figlio di Dio”, fatto uomo, “re” e “sacerdote” … “porta” che ci introduce alla relazione con Dio.

Per questo occorrono i “magi”; per questo occorre essere “saggi”: perché passare per Gesù fa di noi uomini “nuovi” e, non a caso, “figli di Dio”!

Buona Epifania! E buona Pasqua! Perché la porta che il Signore apre nella storia ci mostra già, sullo sfondo (come ci ricorda la liturgia odierna), il “passaggio” che introduce alla vita i credenti!

 

Solennità Epifania del Signore Gesù – 5/6 gennaio 2016
1.a lettura Isaia 60, 1-6: Alza gli occhi intorno e guarda: tutti costoro si sono radunati, vengono a te.
2.a lettura Tito 2, 11 – 3, 2: E’ apparsa la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini e ci insegna a rinnegare l’empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà.
Vangelo Matteo 2, 1-12: Alcuni magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: “Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo”.