Loading…

La lettera del Vescovo:

a partire dalla lettera dello scorso anno traccia della lettera di quest'anno

Approfondimento

... sulla Tua parola

Non un corso biblico ma un aiuto per proseguire la ricerca del Maestro attraverso i quattro vangeli. Giovedì ore 21.00 a Casciago Guida gli incontri don Norberto

Programma

Calendario annuale

Calendario generale delle proposte dell'anno pastorale 2018-2019

Vai al calendario
  • 0
  • 1
  • 2

L’amore che spinge (2.a dopo l’Epifania)

Anche alle nozze di Cana, come nel battesimo al Giordano, Gesù non è il soggetto: l’invitata è Maria ed è lei che “vede” e “spinge” Gesù, che da inizio ai “segni”. Se al Giordano è iniziata la “missione”, a Cana iniziano i “segni” di Gesù (non, semplicemente, i miracoli!).

Ogni “missione” ha bisogno di “segni” … e dietro ogni missione ed ogni segno c’è sempre qualcuno che ti “spinge”; è bello così osservare non solo l’atteggiamento di Maria ma anche quello di Ester, di queste due grandi “donne” di Israele. Esse ci testimoniano di aver fatto proprio il disegno di Dio, ed ora sollecitano gli altri, anche Gesù, a portarlo avanti.

In Giovanni è sempre una “donna” ad andare avanti, a vedere e guardare “oltre”, a non fermarsi di fronte alle apparenze, a “sollecitare”, a “smuovere” … Così ciò che avviene a Cana si fa “segno” e sollecitazione a Gesù, ai discepoli e a tutti, perché quando non c’è più “vino” (il simbolo della vita e della gioia condivisa) … tutti siamo in pericolo.

Così l’evangelista Giovanni ci invita non a riflettere su cosa fa Gesù, ma a “fare come” Gesù, trasformando la realtà; è questo il compito a cui ci “spinge” l’amore di Dio (“Caritas Christi urget nos”!) e l’esempio di Maria e di Ester.

Domenica Seconda domenica dopo l’Epifania – 16/17 gennaio
1.a lettura Ester 5, 1-1c e 2-5: “Oggi è un giorno speciale per me: se così piace al re, venga egli con  Amàn al banchetto che oggi darò”.
2.a lettura Efesini 1, 3-14: In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità, predestinandoci ad essere per lui figli adottivi, mediante Gesù Cristo.
Vangelo Giovanni 2, 1-11: Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: “Non hanno vino”.